Pubblicita'

Carattere

La figura di Angelo Vassallo, primo cittadino cilentano ucciso il 5 settembre del 2010, è stata al centro della visita dei circoli del capoluogo e di Ricadi. Donata una targa ricordo agli attuali amministratori 

La consegna della targa di Legambiente a Pollica
Ambiente

I circoli vibonesi di Legambiente, nei giorni scorsi, si sono recati a Pollica, nel Cilento, per conoscere i luoghi del “sindaco pescatore” Angelo Vassallo, ucciso il 5 settembre 2010 e per rendere omaggio alla sua memoria. 

«Di Angelo Vassallo - scrive il circolo di Legambiente di Ricadi -, di quel che è stato e ha rappresentato, si è scritto molto; la Rai ha realizzato un film. Vassallo è diventato un eroe nazionale della democrazia e del buon governo, in un’Italia che fa molta fatica a risalire la china dopo lunghi anni di crisi e di declino. Un sindaco la cui attività si caratterizzò per le azioni concrete a tutela del territorio e dell’ambiente e per il rispetto della legalità». 

L’eredità di Angelo Vassallo, che ha collaborato lungamente con Legambiente, «ha consentito a Pollica di ottenere ambiti riconoscimenti e tra questi le prestigiose 5 vele. I soci vibonesi, oltre alla costa cilentana, hanno visitato i musei del mare e della dieta mediterranea fortemente voluti da Vassallo. Negli stessi locali hanno incontrato una rappresentanza dell’amministrazione comunale di Pollica e l’ex sindaco della cittadina con i quali si sono confrontati sulla gestione sostenibile del territorio e soprattutto sulla figura di Vassallo. Un incontro interessante e a tratti emozionante che ha ripercorso le tappe di una buona amministrazione incentrata sulla tutela dell’ambiente e sulla valorizzazione del territorio in modo sostenibile». 

Per Legambiente è stato «un confronto a più voci che ha messo in luce che lo sviluppo di un territorio e la sua ricchezza partono proprio dalla tutela e dal rispetto dei luoghi. Un tema questo che caratterizza l’azione associativa dei circoli». 

Quindi i circoli di Ricadi, Vibo Valentia e la Ginestra, in conclusione dell’incontro, hanno donato agli amministratori di Pollica una targa in memoria del “sindaco pescatore” e soprattutto della sua azione amministrativa, targa che è stata conservata presso la sede comunale.

 

Seguici su Facebook