Pubblicita'

Carattere

L’epicentro del sisma è stato registrato tra Francica e San Gregorio d'Ippona ad una profondità di 6 chilometri, ma il terremoto è stato distintamente avvertito in tutta la provincia

Cronaca

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.2 e della durata di alcuni secondi è stata distintamente avvertita questa mattina alle 9.24 nel Vibonese. Secondo il rilevamento effettuato dalla Sala sismica dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Roma, l’epicentro si è registrato tra Francica e San Gregorio d'Ippona ad una profondità di 6 chilometri. Il sisma è stato tuttavia avvertito chiaramente in tutti i comuni della provincia di Vibo nonché in alcuni centri del Reggino.

Questi i comuni situati entro i 10 chilometri dall’epicentro: San Costantino Calabro (4 km), Ionadi (5), Mileto (5), Vibo Valentia (5), Stefanaconi (5), Filandari (7), Sant'Onofrio (8), Cessaniti (8), Rombiolo (10), Dasà (10).

Per lo spavento, nei paesi più vicini all’epicentro, la gente si è riversata per strada. Le scuole e gli altri edifici pubblici sono stati precauzionalmente evacuati in quasi tutti i centri della provincia. Non sono mancati momenti di confusione nelle procedure di evacuazione di alunni e studenti. Non sono segnalati tuttavia, almeno per il momento, danni a persone o cose.  

Gli alunni della De Amicis in piazza Michele Morelli a Vibo

L'evacuazione di una scuola a Tropea

Seguici su Facebook