Pubblicita'

Carattere

Nei giorni scorsi la collaboratrice dell’amministratore Giovanni Imparato, presidente della Sezione Turismo, si era vista bruciare la macchina. Dall’associazione degli industriali ferma condanna per il velo gesto

Cronaca

Confindustria Vibo Valentia, in seguito all’atto intimidatorio subito nei giorni scorsi a Tropea da una dipendente dell’hotel Rocca Nettuno, ha convocato per il prossimo 26 aprile un Consiglio direttivo straordinario.

«Gli imprenditori - si legge in una nota predisposta per l’occasione - non sottovalutano e condannano la recente recrudescenza di atti delinquenziali verificatisi nel corso delle ultime settimane in tutto il territorio provinciale. L’azione criminale - si aggiunge - sembra particolarmente incancrenirsi ed aggravarsi alla luce del vile modus operandi utilizzato per coinvolgere e infondere paura anche nei confronti dei collaboratori delle imprese che cadono nel mirino delle organizzazioni criminali».

Auto incendiata nella notte a Tropea, indagano i carabinieri

All’amministratore del Rocca Nettuno Hotel e presidente della Sezione Turismo di Unindustria Calabria, Giovanni Imparato e al suo personale dipendente, va la «vicinanza e solidarietà dell’associazione per il terribile atto intimidatorio subito. A tutti loro - si precisa ancora - occorre garantire il massimo sostegno per porre una barriera, un cordone di vicinanza concreta tale da contrastare in maniera determinata ed efficace qualsiasi tentativo di destabilizzazione della libertà di impresa. In questo clima di diffuso timore ed incertezza, il Consiglio direttivo ha ritenuto necessario convocare, pertanto, una seduta straordinaria del massimo Organo di Confindustria che si terrà simbolicamente, presso la struttura del Rocca Nettuno Hotel il prossimo 26 aprile alle ore 16.30».

Il turismo nel Vibonese tra ritardi e intimidazioni, Imparato: «Lavorare qui è una sfida quotidiana»