Pubblicita'

Carattere

Da più di una settimana una vera e propria cascata maleodorante scende dalla rupe della “Perla del Tirreno” riversandosi in strada e infine in mare tra lo stupore dei primi turisti che cercano come possono di evitare il nauseabondo rivolo

Turisti alle prese con i liquami
Cronaca

Una spettacolare cascata si è formata nel cuore di Tropea, capitale turistica della Calabria. Non una nuova attrazione naturale che si va ad aggiungere alle tante bellezze della “Perla del Tirreno”, bensì uno scarico maleodorante e incontrollato che dopo un salto di diverse decine di metri va ad invadere il lungomare della Marina del Convento. Suscitando, alle porte della stagione estiva, lo sdegno dei residenti e il ribrezzo dei primi turisti che, loro malgrado, si trovano costretti a fare zig-zag tra i rivoli e a turarsi il naso di fronte al nauseabondo scenario.

Non solo. Come se non bastasse, lo scarico di liquami, dopo il salto dalla suggestiva rupe, percorre “indisturbato” un bel tratto di strada e si riversa direttamente in mare da una delle spiagge più belle e frequentate della cittadina, sporcando - come si vede nella parte finale del video - sabbia e acqua, tra l’immaginabile “soddisfazione” dei primi bagnanti.

Una situazione che, peraltro, va avanti da qualche giorno. C’è chi dice da più di una settimana, considerata anche la coltre melmosa che ricopre il tratto bagnato dai liquami. E senza che nessuno prenda provvedimenti.

C’è da augurarsi che il Comune, retto da una terna commissariale dopo lo scioglimento degli organi elettivi per infiltrazioni mafiose, prenda contezza del problema e ponga al più presto fine all’indecoroso guasto che macchia l’immagine da cartolina della rinomata località turistica calabrese proprio nei giorni dei ponti di 25 aprile e primo maggio e alla vigilia di una nuova estate in cui verrà invasa da frotte di turisti italiani e stranieri.

Seguici su Facebook