Pubblicita'

Carattere

Il sisma, localizzato dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Roma, è stato avvertito nelle province di Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria

Cronaca

Scossa di terremoto di magnitudo 2.3 lungo la costa vibonese sud occidentale. In particolare, il sisma ha avuto come epicentro il tratto di mare a tre chilometri da Zambrone, a quattro da Parghelia, a cinque dal territorio comunale di Zaccanopoli, a 6 da Tropea, Zungri e Drapia, a 7 da Briatico e Cessaniti, a 10 da Spilinga, a 12 da Filandari, Jonadi, Ricadi, Rombiolo, San Costantino, ed a 13 da Vibo. Il terremoto è stato localizzato dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ad una profondità di 49 km. E’ la seconda scossa avvenuta in tre giorni. Il 28 maggio scorso, infatti, una scossa di magnitudo 3.2 ad una profondità di 168 km è stata registrata al largo di Capo Vaticano. Lungo lo stesso tratto di costa del Vibonese, una scossa si era registrata 15 febbraio, una il 20 febbraio ed un’altra il 26 dicembre scorso. Non si registrano danni a cose o persone.

Terremoto nel Vibonese, scossa di magnitudo 3.2 a largo di Capo Vaticano

Terremoto: scossa di magnitudo 2.5 con epicentro a San Calogero

Terremoto, nuova serie di scosse lungo le coste vibonesi

Seguici su Facebook