Pubblicita'

Carattere

Il tutto al fine di evitare la scomunica a divinis del vescovo monsignor Luigi Renzo. In due trasferiti in altre parrocchie del Vibonese

Cronaca

La revoca del decreto di religione e di culto attuata oggi dal vescovo della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea Luigi Renzo nei confronti della Fondazione “Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime”, è stata nelle scorse ore preceduta dalle dimissioni di don Pasquale Barone, padre Michele Cordiano e don Francesco Sicari. Tre sacerdoti che ad oggi a vario titolo hanno fatto parte del consiglio d’amministrazione dell’Ente. I primi due sono stati per decenni vicini a Natuzza Evolo, la mistica con le stigmate morta nel giorno di ognissanti del 2009 a cui la Fondazione si ispira, il terzo è invece giunto a Paravati solo un paio di anni fa, per rivestire l’incarico di parroco di “Santa Maria degli Angeli” proprio al posto di don Barone. Le dimissioni dei tre sacerdoti rappresentano un dettaglio non da poco, una richiesta esplicita fatta appositamente dal presule miletese proprio qualora l’assemblea dei soci fondatori entro la data fatidica del 31 luglio non avesse approvato la riforma dello statuto da lui richiesta. Di fatto, almeno temporaneamente,  le dimissioni scongiurano l’adozione da parte del presule della pena canonica, cioè la loro sospensione a divinis. Solo per adesso perché il passo indietro, per potersi definire definitivamente tale, dovrà infine essere avallato dal consiglio d’amministrazione della Fondazione “Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime”, chiamato già domani a pronunciarsi al riguardo. Altro dettaglio da non sottovalutare nella vicenda è l’ormai prossimo trasferimento (a settembre) di don Sicari e del suo vice don Andrea Campennì. Entrambi lasceranno Paravati. Un trasferimento in altre parrocchie del Vibonese propedeutico all’arrivo a Paravati della Congregazione dei Padri Rogazionisti, dapprima nella parrocchia e, in un secondo tempo, qualora le problematiche si fossero magari risolte, alla Villa della Gioia e alla sua Chiesa ormai ultimata, e tuttavia ancora in attesa di consacrazione.    

Fondazione di Natuzza Evolo: revocato il decreto di culto emesso nel 1999

L'INTERVENTO | Mileto: scontro sullo statuto della Fondazione, la vera sconfitta è Natuzza

Fondazione di Natuzza Evolo: l’assemblea dei soci fondatori boccia le modifiche allo statuto

Fondazione Natuzza Evolo, il 31 luglio data ultima per la modifica dello statuto

Paravati, polemiche Fondazione-Diocesi: il Consiglio Episcopale difende l’operato del vescovo

 

 

Seguici su Facebook