Pubblicita'

Carattere

Se ne va un protagonista della scena politica e culturale calabrese. Fu uno dei principali animatori del dibattito pubblico e presidente della delegazione di Italia Nostra Vibo Valentia

Il compianto Ninì Luciano
Cronaca

È stato protagonista per decenni della scena politica calabrese. Dal 1968 e negli anni successivi ha svolto ruoli importanti come leader della sinistra extraparlamentare e in seguito nel Psi, partito nel quale ha ricoperto il ruolo di vicesegretario regionale e amministratore locale anche nella sua Vibo Valentia, dove è stato assessore comunale nel 1991 e, in seguito, consigliere comunale.

Gaetano Luciano, per tutti “Ninì”, è venuto a mancare nel pomeriggio di ieri a Reggio Calabria, dove si trovava ricoverato a causa di una malattia implacabile. Tra i principali animatori di “Italia Nostra”, associazione attiva in tutta Italia per la tutela e la conservazione dei beni storici, artistici e naturali, ha ricoperto fino alla fine la carica di presidente della Delegazione vibonese.

Polemista e osservatore della politica, con i suoi interventi ha cercato di elevare in ogni occasione il tono del dibattito politico locale e non solo. Autore di diverse pubblicazioni, con Mario La Cava e Renato Sandrini ha scritto “Viaggio in Calabria. Guida agli itinerari turistico-culturali di una regione millenaria”, e ancora “Viaggio nel ’68 in Calabria”, “Uomini in politica a Vibo Valentia”, “Le vie del vento o le rivoluzioni sognate. Cronache della Calabria 1968-1973”, “Raccontare il lavoro”, “La città degli accomodamenti”. 

Lascia la moglie Anna Gagliardi e le figlie Francesca e Vittoria. Le esequie si celebreranno domani, mercoledì 22 novembre, alle ore 15 nella chiesa di Santa Maria del Soccorso a Vibo.

Seguici su Facebook