Pubblicita'

Carattere

Alla mobilitazione, in programma giovedì e promossa dai liceali del “Capialbi”, hanno aderito diversi istituti superiori della città capoluogo. Ecco le loro ragioni

I promotori della protesta
Cronaca

Migliaia di studenti vibonesi si preparano a scendere in piazza per protestare contro le modalità di attuazione dell’alternanza scuola-lavoro e per chiedere più fondi a sostegno dell’istruzione e dell’edilizia scolastica.

La manifestazione, in programma giovedì 23 novembre, vedrà la partecipazione di diversi istituti superiori della città capoluogo: liceo "Vito Capialbi", liceo "Giuseppe Berto", Istituto tecnico commerciale "Galileo Galilei" e Istituto per segretario d’azienda "De Filippis". A promuovere l’iniziativa di protesta sono stati gli studenti del "Capialbi", che hanno utilizzato i social per proporre un sondaggio sull’opportunità di organizzare la manifestazione.

Matteo Borello, Quirico Dante e Paolo Francesco sono tre rappresentanti degli studenti. Ecco, nelle loro dichiarazioni ai nostri microfoni, i motivi della manifestazione:

Seguici su Facebook