Pubblicita'

Carattere

Il numero uno del Dipartimento regionale ha incontrato le scuole e ha preso parte alla cerimonia inaugurale insieme ai volontari e al sindaco Bruno Iorfida che ha commentato: «Prociv risorsa per il paese»

Il taglio del nastro alla Prociv di Mongiana
Cronaca

Giornata intensa e proficua, anche sotto l’aspetto culturale quella in cui, a Mongiana, ha tenuto a battesimo l’inaugurazione della sede del Gruppo volontari della Protezione Civile, alla presenza del dirigente regionale Uoa, Carlo Tansi, del dirigente scolastico e degli studenti dell’Istituto Comprensivo di Fabrizia, con una rappresentanza proveniente anche dai Comuni di Nardodipace e Fabrizia

Il taglio del nastro nella sede di corso Vittorio Emanuele III, fatto dal sindaco Bruno Iorfida, dal vice coordinatore e dal responsabile regionale della Protezione civile, seguito dalla benedizione di don Martin Grogue. Presenti all’evento il deputato Bruno Censore, il presidente della Pro loco di Mongiana, Francesco Aloi, il gruppo volontari Prociv di Fabrizia e i rappresentanti dei carabinieri forestali di Mongiana, Domenico Minichini e Antonio Napoli, e il comandante della Stazione dei carabinieri di Fabrizia, Giuseppe Pelaia.

A seguire l’incontro tra Carlo Tansi e gli alunni dell’Istituto comprensivo di Fabrizia nella sala multimediale del MuFar (Museo Fabbrica d’Armi-Reali Ferriere Borboniche). Primo incontro del dirigente della Protezione Civile con le scuole del territorio vibonese. «È stata questa l’occasione  - si legge in una nota -  per una vera e propria lezione di protezione civile, rispondendo anche alle diverse domande poste dagli studenti che, interessati, hanno partecipato alla manifestazione». 

Tansi si è soffermato «sui diversi tipi di rischi: idrogeologico e sismico ed ha rivolto l’attenzione soprattutto al problema dell’abusivismo edilizio, vera piaga della nostra regione, illustrando ai ragazzi, con parole semplici, il funzionamento della Protezione civile e dei vari settori ed il ruolo importantissimo dei volontari, nonché sull’importanza di essere preparati a qualsiasi tipo di calamità».

Il dirigente scolastico Renato Daniele, ringraziando il sindaco per l’ottima manifestazione organizzata, si è soffermato sull’importanza della prevenzione, sottolineando che «la giornata odierna rappresenta una bella esperienza di scuola e di cittadinanza attiva, che ha permesso ai docenti e soprattutto agli alunni di conoscere e scoprire una realtà operativa della nostra regione». Daniele si è soffermato in particolare su «alcune vicende che, storicamente, hanno portato alla nascita della Protezione civile, dal disastro del Vajont, al recente terremoto di Amatrice, passando anche dall’incidente del piccolo Alfredino, caduto in un pozzo».   

Il vice coordinatore del gruppo volontari di Mongiana, Rocco Castauro ha ringraziato tutti i volontari «per l’impegno e la passione con cui hanno permesso la realizzazione dell’evento, sottolineando che il gruppo costituisce una risorsa per il territorio». Infine il sindaco Iorfida, nel suo intervento, ha ricostruito «il lungo percorso di creazione del gruppo comunale volontari di protezione civile è divenuto realtà. Anche Mongiana ha il suo gruppo, i suoi volontari, ma soprattutto la protezione civile si radica in un territorio difficile e delicato, come quello dell’entroterra montano. Grazie al dottor Tansi che ci ha onorati della sua presenza e a tutti i volontari che hanno permesso tutto ciò. Sono sicuro che grazie all’impegno di tutti i volontari e di chiunque voglia iscriversi, riusciremo a far diventare Mongiana, ancora una volta, un punto di riferimento. Ricordo che fino alla fine del mese chiunque fosse interessato ad iscriversi al gruppo, può inoltrare domanda presso la sede operativa o gli uffici comunali: il responsabile del reclutamento, Pasquale Rullo, sarà ben lieto di fornire tutte le informazioni necessarie».

LEGGI ANCHE:

Mongiana, pienamente operativo il Gruppo comunale di Protezione civile

Seguici su Facebook