Pubblicita'

Carattere

Un progetto di 650mila euro per la riqualificazione funzionale dell’antico manufatto da destinare a polo culturale all’avanguardia. Il sindaco Bruno Iorfida: «Il paese rinasce grazie alla sua storia»

Il progetto di riqualificazione
Cultura

Nell’ambito di un’azione orientata allo sviluppo turistico del territorio, l’amministrazione comunale di Mongiana, nelle Serre vibonesi, ha programmato diversi interventi finalizzati al recupero e alla valorizzazione di tale patrimonio.

«Attraverso l’utilizzo di fondi comunitari - si legge in una nota - recentemente sono stati effettuati alcuni interventi che hanno interessato i ruderi della fonderia, oggetto di un importante intervento di recupero, e la fabbrica d’armi che è stata recuperata e riconvertita in museo, oggi ospita il MuFAR - Museo Fabbrica d’Armi Reali Ferriere Borboniche. A completamento delle suddette attività, anche con l’intento di dotare Mongiana di un invidiabile itinerario di archeologia industriale, risulta di primaria importanza procedere al recupero della “Casa del Capitano”».

Un nuovo sito si aggiunge quindi, nelle intenzioni del Comune, ai poli di attrazione di cui gode il piccolo centro montano. Lo stesso Ente, nell’ambito della programmazione comunitaria Pisl Borghi di Eccellenza, «aveva proposto l’intervento di recupero della “Casa del Capitano” ammesso a finanziamento per 650.000 euro. Il fabbricato - spiega il Comune -, ubicato vicino all’area dell’ex fonderia, rappresenterà l’eccellenza sotto l’aspetto tecnologico».

Nel dettaglio, il recupero e l’adeguamento sismico della muratura riguarderanno il consolidamento statico/adeguamento sismico attraverso il rinforzo della muratura con la realizzazione di intonaco armato di adeguato spessore; il recupero della muratura, nella parte esterna, attraverso il ripristino delle parti mancanti, la sostituzione delle parti ammalorate ed adeguato trattamento per la conservazione.

«Ciò - si spiega ancora - al fine di lasciare la muratura a faccia vista senza il ripristino di intonaco che renderebbe il fabbricato di minor pregio. A lavori ultimati la struttura sarà destinata a sala espositiva e a sale per consultazioni multimediali».

L’intervento prevede anche la fornitura di specifiche attrezzature, tra le quali un proiettore 3D full hd; una lavagna multimediale, un videoproiettore a tecnologia Lcd o Dlp. Relativamente al progetto il sindaco di Mongiana Bruno Iorfida ha dichiarato: «Un’altra grande opera sta per partire, offrendo ai cittadini di Mongiana e non solo servizi di livello superiore. La grande storia di Mongiana e delle sue fonderie sta giorno per giorno venendo alla luce, anche con questi interventi di recupero, mirati soprattutto a far diventare Mongiana un centro turistico, ricreativo e culturale di eccellenza. In questa struttura - ha proseguito - sarà realizzato una sala multimediale per le proiezioni in 3D e sala convegni, con diverse postazioni pc. Siamo orgogliosi del lavoro che stiamo facendo, sicuri che Mongiana rinasce grazie alla sua storia».