Comunali, si lavora a ritmi forzati per la composizione delle liste

A Serra San Bruno accordo tra Lucia Rachiele e Jlenia Tucci, Maurizio De Nisi già in campo a Filadelfia. A Ricadi si rompe l’asse tra Saragò e La Torre.

A Serra San Bruno accordo tra Lucia Rachiele e Jlenia Tucci, Maurizio De Nisi già in campo a Filadelfia. A Ricadi si rompe l’asse tra Saragò e La Torre.

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Quattro giorni all’ora x. Sabato scadranno i termini per la presentazione delle liste e nei dieci comuni del Vibonese che il prossimo cinque giugno saranno chiamati a rinnovare i propri consigli comunali fervono i lavori per la composizione degli schieramenti. Tre i più importanti per numero di abitati e per la loro posizione strategica.

Informazione pubblicitaria

A Serra San Bruno si rinnova l’eterna sfida tra il deputato del Partito democratico Bruno Censore, che ha gettato nella mischia il giovane Luigi Tassone, e il dominus del centrodestra Nazzareno Salerno che sponsorizza Jlenia Tucci.

Lucia Rachiele, leader del così detto “terzo polo” si è ritirata dalla competizione annunciando contestualmente il suo appoggio alla Tucci mentre il duo Barillari-Rosi sta tentando di coprire tutti i tasselli. A Filadelfia c’è una solo sicurezza, la ricanditatura del primo cittadino uscente Maurizio De Nisi che gongola di fronte a degli avversari in evidente affanno nella ricerca di una sintesi.

A Ricadi, infine, il Partito democratico schiera l’ex assessore Giulia Russo. Si rompe, al contrario, l’asse tra Gianfranco La Torre e Franco Saragò. Il primo ha proposto il penalista Giuseppe Muzzopappa che non convince il secondo. Insomma, è ancora tutto in alto mare.