Pubblicita'

Carattere

Il primo cittadino replica al leader dell’Udc Bruni che lo aveva definito passacarte di Mangialavori e Luciano: «Metodo stabilito a inizio consiliatura, non ho subito alcuna pressione»

Il sindaco di Vibo Elio Costa
Politica

Non si è fatta attendere la replica del sindaco Elio Costa al leader dell’Udc Ottavio Gaetano Bruni, all’indomani del taglio dell’assessore Nico Console dalla Giunta di Vibo Valentia.

«Non sono un passacarte - ha detto ai microfoni di LaC News24 -, sono il sindaco di un metodo deciso all’inizio della consiliatura che ora sto applicando». Così il primo cittadino che ribadisce come gli accordi prevedano che entri in Giunta solo chi è espressione di un gruppo consiliare che abbia almeno due componenti.

In questo senso le dimissioni di Console, che Costa dice di aver evitato per un anno chiedendo a Bruni di sostenerlo, «non sono frutto di alcuna minaccia che ho subito».

GUARDA L’INTERVISTA A ELIO COSTA

LEGGI ANCHE:

Rimpasto di Giunta a Vibo, l’Udc si scaglia contro Costa: «Ha fatto solo da passacarte» (VIDEO)

Dietrofront di Costa, la Giunta resta a nove. Console è fuori: «Il civismo si è asservito al potere»

Seguici su Facebook