Pubblicita'

Carattere

Il gruppo consigliare del Partito democratico chiede chiarimenti e risposte urgenti sul grave indebitamento dell’ente e sulla massa passiva che supera i 30 milioni di euro

Politica

Un’interrogazione urgente sullo stato delle finanze del Comune di Vibo Valentia è stata inoltrata dal gruppo consiliare del Pd - guidato da Giovanni Russo - al presidente del Consiglio comunale, Stefano Luciano, e all’assessore al Bilancio Laura Pugliese. Una situazione di indebitamento e finanziaria grave, quella del Comune di Vibo Valentia, per la quale i consiglieri comunali del Pd si dicono “fortemente preoccupati”.

Una preoccupazione, quella dei consiglieri del Pd, aggravata da quella che definiscono come” mancanza di capacità politica e tecnica da parte degli attuali amministratori di palazzo Luigi Razza a portar fuori dal dissesto il Comune. Ad oggi - sottolineano - mai è stata fatta un’operazione verità sui fondi vincolati e su come realmente questa amministrazione li stia rimpinguando”.

Ad essi si aggiunge “la massa passiva dell’ente accertata dall’Organismo straordinario di liquidazione che supera i 30 milioni di euro ed a cui bisogna fare fronte necessariamente. Ragion per cui crediamo che l’attuale amministrazione sarà ricordata, oltre che per la sua dannosa eterogeneità, anche per aver portato il Comune al secondo dissesto consecutivo. Auspichiamo che ciò non avvenga, ma non vediamo nessuna azione messa in campo per evitare che ciò accada”.

Tutto ciò, ad avviso del Pd, mentre “si litiga ancora per avere un posto in più in giunta. Quello che da più fastidio è che si chiamano i cittadini vibonesi a pagare per non avere servizi. Ecco perché chiediamo sia detta la verità alla città! I cittadini devono sapere a cosa stiamo andando incontro. Gli attuali amministratori parlino con carta e conti alla mano”.

In evidenza

Seguici su Facebook