Pubblicita'

Carattere

Il nuovo codice antimafia prevede la competenza per i soli Tribunali del distretto sedi di Corte d’Appello

Politica

Sarà soppressa la sezione “Misure di Prevenzione” del Tribunale di Vibo Valentia. E’ quanto prevede il nuovo codice delle leggi antimafia che sposterà la competenza sulla proposta e decisione sull'applicazione delle misure di prevenzione personali e patrimoniali al Tribunale del distretto di Corte d'Appello, ovvero Catanzaro, allontanando la domanda di giustizia per tutti i cittadini proposti o sottoposti ad una misura di prevenzione e limitandone le prerogative difensive. Una previsione che “indigna” Rete Civica Vibonese che con il suo presidente Diego Brancia.

“Si tratta di provvedimenti governativi ispirati ad irragionevoli scelte di riduzione dei costi dell'amministrazione della Giustizia - spiega Rete Civica - con gravi ripercussioni sui diritti dei cittadini, specie su quelli sottoposti ad una misura di prevenzione personale o patrimoniale. Lo stesso legislatore ha poi, inspiegabilmente, previsto delle deroghe alla soppressione delle Sezioni di Tribunale, lasciando immutate le competenze dei Tribunali di Trapani e Santa Maria Capua Vetere, che non sono di rango distrettuale. E' impensabile che l'intera Calabria possa essere amministrata - in materia di misure di prevenzione personali e confische di beni - da due soli Tribunali, come quelli di Catanzaro e di Reggio Calabria”.

Seguici su Facebook