Pubblicita'

Carattere

La parlamentare pentastellata visita l’Unità operativa dopo la denuncia dei dirigenti medici che avevano messo nero su bianco le carenze: «Squarciato il velo d’ipocrisia. Farò esposto in Procura»

L'ospedale di Vibo
Sanita'

La deputata del Movimento 5 Stelle Dalila Nesci, capogruppo in commissione Sanità alla Camera, ha ispezionato questa mattina il reparto di Ginecologia e ostetricia dell'ospedale di Vibo Valentia «per verificare di persona le condizioni dell'unità operativa, per cui i dirigenti medici lì in servizio hanno denunciato gravi carenze, a seguito delle quali ho ottenuto dal prefetto un tavolo di confronto, svoltosi di recente». 

A conclusione della sua visita, la parlamentare pentastellata ha dichiarato: «Il velo di ipocrisia e omertà che c’è stato fino ad oggi, si è finalmente squarciato soprattutto grazie alle denunce dei medici, che ringrazio, e che dall’interno hanno conclamato ciò che conoscevamo tutti: le carenze di questo reparto. Un reparto fuori legge, insicuro, che mette a repentaglio la salute dei pazienti e degli operatori. Tutte queste insufficienze, che anche io ho verificato personalmente, saranno riportate in un esposto-denuncia alle Procure di Vibo e Catanzaro. Richiederò subito - ha proseguito - il tavolo prefettizio per una messa in sicurezza urgente di questo reparto e soprattutto le dimissioni in blocco di tutti i vertici dell’Azienda sanitaria di Vibo. Qui ci sono omissioni gravissime» ha concluso.

LEGGI ANCHE:

Ospedale Vibo, i medici di Ostetricia denunciano carenze strutturali e organizzative

Carenze in Ostetricia allo Jazzolino di Vibo, per l’Asp «il reparto rispetta gli standard»

Seguici su Facebook