Educazione ambientale, l’Arpacal a confronto con gli studenti vibonesi

Il progetto “Per un futuro sostenibile”, attivato dall’Istituto comprensivo “Garibaldi-Buccarelli” di Vibo, ha vissuto la sua giornata conclusiva nella sala consiliare della Provincia

Il progetto “Per un futuro sostenibile”, attivato dall’Istituto comprensivo “Garibaldi-Buccarelli” di Vibo, ha vissuto la sua giornata conclusiva nella sala consiliare della Provincia

Informazione pubblicitaria
L'incontro alla Provincia

Si è tenuta nei giorni scorsi, nella sala consiliare della Provincia di Vibo Valentia, la giornata conclusiva del progetto “Per un futuro sostenibile”, attivato dall’Istituto comprensivo “Garibaldi-Buccarelli” di Vibo in collaborazione con l’Arpacal. L’iniziativa, destinata alle seconde classi della Scuola media dell’istituto presieduto da Rosaria Galloro, rientra in un progetto di educazione ambientale il cui obiettivo è quello di rendere i giovani più consapevoli sui rischi dell’inquinamento e su quali stili di vita adottare per tutelare l’ambiente. Gli argomenti trattati ed esposti dagli alunni coinvolti sono stati, tra gli altri, le fonti energetiche, le emissioni nell’atmosfera e la gestione dei rifiuti. «E’ necessario – ha affermato Barbara Comito, docente dell’Istituto referente di educazione ambientale – far comprendere ai giovani che non è più possibile inquinare e consumare risorse a ritmi sempre più veloci, poiché le risorse fossili sono divenute estremamente scarse. Il futuro si può dire che è sostenibile quando migliora il benessere umano e si riduce il rischio ambientale. Tutelare l’ambiente significa tutelare la vita e ciascuno di noi è chiamato ad essere sentinella di questo grande patrimonio».