Carattere

Condizioni igieniche difficili nella frazione di Vibo Valentia costretta a convivere con rifiuti, topi e una viabilità da terzo mondo

Ambiente

Totale abbandono, incuria, strade dissestate e pericoli costanti per la salute pubblica. Così si presenta la frazione Piscopio di Vibo Valentia dove, nonostante i numerosi appelli diretti al Comune, al sindaco Elio Costa ed a tutta la sua amministrazione, nulla è cambiato. Anzi - assicurano i cittadini - tutto è peggiorato. Sporcizia, rifiuti non raccolti, erbacce ovunque e topi che circolano indisturbati da mesi. Nonostante la strada principale che attraversa Piscopio conduca nel capoluogo di provincia - Vibo Valentia - da un lato, allo svincolo autostradale dall’altro e costituisca al tempo stesso l'unica via di ingresso verso i paesi delle Preserre e delle Serre (Soriano Calabro e Serra San Bruno, fra gli altri) le sue condizioni si presentano da terzo mondo. Asfalto in molti punti inesistente, buche, restringimenti di carreggiata, assenza di segnaletica, cunette non pulite e zero manutenzione. A tutto ciò si aggiungono le condizioni di degrado in cui viene da tempo lasciata l’intera frazione, con i cittadini che si vergognano letteralmente di abitare in un paese dove non vengono garantiti i servizi minimi essenziali nonostante il pagamento delle tasse comunali. Una situazione alla quale i cittadini dicono ora basta nella speranza che almeno questa volta il sindaco Elio Costa (del quale lamentano l’assenza) intervenga al più presto in prima persona per dare un minimo di decoro ad una frazione che meriterebbe ben altre fortune. 

 

 

Seguici su Facebook