“Caos” rifiuti a Vibo: la ditta Dusty invia una diffida ad adempiere al Comune

L’amministrazione invitata a formalizzare entro 15 giorni la modifica contrattuale relativa all’estensione del servizio di raccolta porta a porta sull'intero territorio

L’amministrazione invitata a formalizzare entro 15 giorni la modifica contrattuale relativa all’estensione del servizio di raccolta porta a porta sull'intero territorio

Informazione pubblicitaria

Una diffida legale ad adempiere con contestuale messa in mora è stata notificata al Comune di Vibo Valentia dalla ditta Dusty di Catania, addetta alla raccolta dei rifiuti nella città capoluogo. In particolare, la Dusty ha diffidato l’amministrazione comunale a voler formalizzare la modifica contrattuale relativa all’estensione del servizio di raccolta con il sistema porta a porta sull’intero territorio comunale, avviata da circa un anno e già più volte preannunciata dai vari assessori e funzionari comunali. La Dusty ha avvertito altresì che il mancato adempimento da parte del Comune di Vibo nei termini previsti dall’articolo 1454 del Codice civile (15 giorni dalla data di notifica) comporterà la risoluzione contrattuale di diritto prima della sua naturale scadenza. La “parola” passa ora al Comune di Vibo Valentia.   LEGGI ANCHE: 

Inchiesta sul caos rifiuti a Vibo: tre ore di interrogatorio per il sindaco Elio Costa

Inchiesta rifiuti a Vibo: ascoltato anche l’ex assessore Antonio Scuticchio

Indagine sui rifiuti a Vibo: prelevati nuovi documenti al Comune

Caos rifiuti a Vibo, l’inchiesta provoca il primo scossone: si dimette Alfonso Colaci

Inchiesta rifiuti a Vibo: sei ore di interrogatorio per Filippo Nesci