Rifiuti a Vibo, la Conferenza dei servizi dà il via libera a centri raccolta e isole ecologiche

Concluso positivamente, con due distinte determinazioni, l’iter per la loro realizzazione. Acquisiti e recepiti diversi pareri

Concluso positivamente, con due distinte determinazioni, l’iter per la loro realizzazione. Acquisiti e recepiti diversi pareri

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Verranno realizzati due centri di raccolta per rifiuti differenziati e otto isole ecologiche nel territorio comunale di Vibo Valentia. E’ quanto deciso dalla Conferenza dei servizi che ha concluso positivamente in tal senso due distinte determinazioni. Per quanto attiene i due centri di raccolta comunali per i rifiuti sono pervenuti i pareri della Provincia, dell’Arpacal, del Dipartimento Infrastrutture della Regione Calabria, del Corap e della polizia municipale. Dal canto suo, anche il settore Urbanistica del Comune di Vibo ha espresso parere favorevole, mentre l’Asp ha richiesto un adeguamento degli elaborati su aspetti di dettaglio attinenti a questioni igienico-sanitarie e dei luoghi di lavoro. Adeguati pertanto dal progettista gli elaborati per come richiesto, anche l’Azienda sanitaria provinciale ha dato il proprio parere favorevole e da qui la conclusione positiva espressa dalla Conferenza dei servizi. Un centro di raccolta verrà realizzato nella zona dell’ex aereporto di Vibo, l’altro nelle Marinate vicino l’ex stabilimento della Cemensud. Nei centri di raccolta differenziati, i cittadini potranno portare rifiuti speciali quali elettrodomestici, batterie, pile, televisori, computer, radio. Per quanto attiene invece la realizzazione di 12 isole ecologiche, sono pervenuti i pareri della Provincia, dell’Arpacal, della polizia municipale, e del servizio Igiene dell’Asp di Vibo. Il settore Urbanistica del Comune di Vibo ha invece espresso parere favorevole ad esclusione degli interventi ipotizzati a Longobardi, a Vibo Marina nella II traversa di via Parodi, alla Stazione di Vibo Marina, allo stadio di Vibo Marina, a Bivona ed alla Stazione di Vibo-Pizzo. Si tratta infatti di zone sottoposte a particolari vincoli idrogeologici previsti dal Piano strutturale comunale e quindi con un elevato grado di pericolosità per come evidenziato anche dal Piano di Bacino del distretto idrografico dell’Appennino meridionale recepito dall’amministrazione comunale con apposita delibera del giugno dello scorso anno. Il progetto definitivo-esecutivo ha avuto quindi parere positivo per otto interventi finalizzati alla realizzazione di altrettante isole ecologiche nelle seguenti zone di Vibo così denominate: cimitero, vigili del fuoco, vigili urbani, viale della Pace, Parco urbano e chiesa, terminal bus e via Giustino Fortunato. Il responsabile unico del procedimento è l’ingegnere Alfredo Santini. Dopo il via libera della Conferenza dei servizi si passerà ora alla gara d’appalto. 

Informazione pubblicitaria