Fossi invasi da montagne di pneumatici a Filandari, la denuncia di Artusa

Il consigliere d’opposizione, già candidato sindaco, annuncia la presentazione di un esposto ai carabinieri contro «chi pensa di poter fare del territorio una discarica a cielo aperto»

Il consigliere d’opposizione, già candidato sindaco, annuncia la presentazione di un esposto ai carabinieri contro «chi pensa di poter fare del territorio una discarica a cielo aperto»

Informazione pubblicitaria
Pneumatici abbandonati a Filandari
Informazione pubblicitaria

Fossi e canali di scolo invasi da pneumatici a Filandari. La denuncia arriva, con tanto di ricca documentazione fotografica, dal consigliere comunale di minoranza Francesco Artusa (Lega). «Qualcuno – afferma il già candidato sindaco – pensa che il nostro territorio sia diventato una discarica e, proprio in prossimità di fossi e ponti, si sta consumando un autentico scempio causato dall’abbandono di rifiuti di ogni genere. In più – aggiunge – nell’ultimo periodo sono comparse grosse quantità di pneumatici, in particolare nei fossi della strada provinciale che collega Filandari a Presinaci». Artusa preannuncia la presentazione di un esposto «contro ignoti ai carabinieri, perché – ammonisce – se qualcuno pensa di fare del territorio di Filandari una discarica a cielo aperto ha sbagliato strada. La tutela dell’ambiente e la salvaguardia del territorio non possono essere ostaggio di gente senza scrupoli che guarda solo il proprio interesse».

Informazione pubblicitaria