Bivona, il torrente Tomarchiello invaso dai reflui fognari – Video

E’ emergenza ambientale nella popolosa frazione di Vibo. Da oltre una settimana una tubatura delle acque nere è saltata e i liquami si stanno sversando in strada e nel corso d’acqua. E da lì in mare

E’ emergenza ambientale nella popolosa frazione di Vibo. Da oltre una settimana una tubatura delle acque nere è saltata e i liquami si stanno sversando in strada e nel corso d’acqua. E da lì in mare

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Anno nuovo, problemi vecchi per i cittadini delle frazioni costiere, alle prese con la fogna che sgorga a cielo aperto. Siamo a Bivona, nei pressi del torrente Tomarchiello, è qui che dal 23 dicembre scorso, la rottura di una tubatura sta causando problemi igienico sanitari. Fiumi di liquami scorrono lungo la strada, finendo nel torrente, il cui corso finisce direttamente in mare. L’aria attorno alla quartiere è irrespirabile. Un tanfo che costringe i residenti della zona a barricarsi in casa. Gli stessi che hanno inoltrato al Comune di Vibo Valentia diverse richieste di intervento, ma di operai qui, nella popolosa frazione marinara, non se ne sono visti. Che si tratti di fogna lo hanno stabilito anche gli  uomini della Capitaneria di porto, giunti sul posto dopo le segnalazioni dei cittadini. A lanciare l’allarme sono Gianni Patania segretario del sindacato Confasila e Mino De Pinto, presidente provinciale del sindacato dei balneari italiani, preoccupati per l’emergenza in corso. Più volte gli stessi si sono rivolti al Comune di Vibo Valentia, non ottenendo alcuna risposta. «Si intervenga presto – dice De Pinto – per scongiurare il divieto di balneazione». Il torrente e la strada sono invasi dalla fogna che di sera scorre copiosa. «Qui a Bivona siamo sempre stati considerati cittadini di serie B», l’amara constatazione di un’anziana del luogo. Le fa eco un altro residente: «Abbiamo inviato diverse foto, ma al Comune se ne fregano di noi». LEGGI ANCHEGuasto alla condotta delle acque nere, a Bivona i liquami invadono la strada

Informazione pubblicitaria