Serie di scosse di terremoto nella notte tra Reggino e Vibonese

L’epicentro di quattro diversi movimenti sismici collocato tra Rosarno e Nicotera. Lieve l’intensità. Solo ieri il sisma di magnitudo 3.6 al largo di Tropea

L’epicentro di quattro diversi movimenti sismici collocato tra Rosarno e Nicotera. Lieve l’intensità. Solo ieri il sisma di magnitudo 3.6 al largo di Tropea

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Una serie di quattro lievi scosse di terremoto si è verificata nel corso della notte nella zona tra San Ferdinando e Rosarno, in provincia di Reggio Calabria e a poca distanza dal confine con la provincia di Vibo Valentia e da Nicotera marina. I movimenti tellurici sono iniziati alle ore 0.45 con un sisma di magnitudo 2.7 a 3 chilometri dal centro abitato di Rosarno. Quindi una nuova scossa di magnitudo 2.8 si è verificata con lo stesso epicentro appena 4 minuti dopo, alle 0.49. Solo 5 minuti più tardi è stata la volta di un terremoto di magnitudo 2.1 a 3 chilometri da San Ferdinando e, alle 3.12, l’ultima scossa ad appena un chilometro di Rosarno, questa volta di intensità minore, pari a 1.4 di magnitudo. Tutte le scosse hanno avuto il loro ipocentro ad una profondità variabile tra i 6 e i 9 chilometri. Solo ieri una scossa più forte (M 3.6) si era registrata al largo della costa vibonese davanti a Tropea, mentre risale al 29 dicembre un lieve sisma di magnitudo 2.1 registrato nel medesimo territorio della serie avvenuta questa notte, vale a dire tra Rosarno e San Ferdinando. Tra i comuni vibonesi più prossimi all’epicentro vi sono quelli di Nicotera (a 6 chilometri), Limbadi, San Calogero e Joppolo. Nessuna conseguenza a persone o cose.  

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHETerremoto di magnitudo 3.6 al largo della costa vibonese

Terremoti, lieve scossa nella notte tra le province di Reggio e Vibo