“Sosteniamo ciò che amiamo”: a lezione di riciclo con Pro loco e Legambiente

Iniziativa ambientalista a Zaccanopoli con il coinvolgimento anche dei bambini: ripulito il centro polivalente e l’adiacente parco giochi

Iniziativa ambientalista a Zaccanopoli con il coinvolgimento anche dei bambini: ripulito il centro polivalente e l’adiacente parco giochi

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Non è stata solo una dichiarazione d’intenti, ma un esempio pratico. “Sosteniamo ciò che amiamo” era il titolo dell’iniziativa di educazione ambientale che si è tenuto a Zaccanopoli a cura della locale Pro loco e del circolo Legambiente Ricadi. Un pomeriggio con i bambini, presso il centro polivalente “Provando e riprovando” per discutere di tutela ambientale e rispetto del territorio e confrontarsi sulle buone pratiche e sugli stili di vita improntati all’ecosostenibilità. Le attività sono state introdotte da Adriana Di Costa, in rappresentanza della Proloco, e da Franco Saragò per il circolo ambientalista.

Informazione pubblicitaria

Entrambi, nell’illustrare le finalità della giornata, si sono soffermati sulle varie criticità ambientali e in particolare sui rifiuti plastici dispersi nell’ambiente e sugli effetti delle micro plastiche. A seguire l’intervento di Salvatore Nardone, medico della medicina d’urgenza e volontario del circolo di Ricadi. Molti i temi trattati ad iniziare dal risparmio energetico, al ciclo dell’acqua, ai cambiamenti climatici e in particolare il ciclo dei rifiuti, un tema questo divenuto di scottante attualità per le conseguenze che genera sull’ambiente e sulla salute. Finita la parte teorica si è passati a quella pratica per mettere in atto quanto discusso e contribuire direttamente a dare decoro alle aree adiacenti al centro polivalente e, in particolare, al parco giochi, eliminando i rifiuti abbandonati. Un’attività che ha visto protagonisti i bambini di Zaccanopoli ma anche tanti adulti e  volontari e che ha prodotto, in poco tempo, vari sacchetti di rifiuti raccolti in modo differenziato. Soddisfazione è stata espressa dal presidente della Pro loco Vincenzina Budriesi e dai soci presenti, i quali, infine, hanno inteso ringraziare i volontari di Legambiente, tra i quali figuravano anche Pino Schiariti, Francesco Ferrari e Franco Pulicari.