lunedì,Maggio 16 2022

Puliamo il mondo, a Tropea gli studenti liberano il borgo dalle cicche di sigaretta

L’iniziativa targata Legambiente in sinergia con il mondo scuola. Una proficua campagna di sensibilizzazione contro chi continua a inquinare

Puliamo il mondo, a Tropea gli studenti liberano il borgo dalle cicche di sigaretta

Ritorna Puliamo il Mondo a Tropea, la storica iniziativa di Legambiente che, ogni anno, in tutta Italia, vede impegnati volontari, cittadini e scolaresche in una campagna di cittadinanza attiva a tutela dell’ambiente e del paesaggio. “Puliamo il Borgo – Mozziconi free” è il titolo dell’iniziativa,  scelto dagli organizzatori per rendere omaggio alla cittadina tirrenica, insignita nel corso del 2021 del prestigioso titolo di Borgo dei Borghi e, nel contempo, per lanciare un messaggio a quanti ancora si ostinano a sporcare le strade con le cicche delle sigarette. 

Nei giorni scorsi, gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore, assieme al Circolo Legambiente Ricadi e all’Amministrazione comunale di Tropea, si sono dati appuntamento a Largo Galluppi per dedicare l’ultima giornata di scuola di questo 2021 alla caccia ai mozziconi, gettati per terra lungo le vie del Borgo dei Borghi. Un modo per dire basta e per protestare contro il malcostume, oltremodo diffuso, di buttare le cicche di sigaretta, uno dei rifiuti in assoluto più inquinanti che, attraverso questa pessima abitudine, oltre ad oltraggiare l’immagine della cittadina, diventa anche un pericolo per la salute. Tantissimi i ragazzi che hanno preso parte a questo appuntamento di fine anno e che hanno contribuito, con entusiasmo e compostezza, a ripulire le strade dai mozziconi. Presenti all’iniziativa l’Istituto per i servizi Turistici, il Liceo Classico, il Liceo Scientifico e l’Istituto Alberghiero.

Le varie scolaresche, accompagnate dai propri insegnanti, hanno raggiunto il gazebo di Legambiente, in modo scaglionato e ad orari differenti, nel rispetto delle norme anti covid e, dopo una breve attività di educazione ambientale, si sono dirette nelle vie loro assegnate. A ricevere gli studenti c’erano il sindaco Giovanni Macrì e l’assessore Greta Trecate, i referenti d’Istituto in rappresentanza del dirigente scolastico Nicolantonio Cutuli e i rappresentanti di Legambiente Franco Saragò, Osvaldo Giofrè e Catia Viscomi. Il centro storico di Tropea è stato suddiviso in quattro aree in modo da diluire la presenza dei ragazzi ed evitare assembramenti e, nel contempo, a rendere efficace la loro attività. Per l’intera mattinata il borgo si è colorato del giallo dei gilet indossati dai ragazzi, riportanti lo slogan “Stiamo lavorando per Noi”.

Un messaggio importante e emblematico per dire a chiare note che il futuro appartiene a loro, alle nuove generazioni, e che l’ambiente va preservato. Si stima che ogni anno, in Italia, 14 miliardi di mozziconi di sigarette finiscono a terra, un numero enorme che ci deve far riflettere in considerazione dei danni che possono essere causati all’ambiente anche a per via delle sostanze chimiche che li compongono. Un mozzicone impiega in media 10 anni a decomporsi rilasciando nell’ambiente sostanze chimiche, alcune delle quali tossiche e cancerogene. Molti di questi rifiuti finiscono in mare con grave danno agli ecosistemi. L’attività si è conclusa con una zeppolata preparata dai ragazzi dell’Istituto Alberghiero coadiuvati dall’associazione commercianti AssComm e da alcuni cittadini. L’iniziativa è stata molto apprezzata dai turisti presenti e dai residenti, alcuni dei quali si sono voluti aggregare per contribuire in modo fattivo a ripulire le vie e tutelare l’ambiente.

Articoli correlati

top