lunedì,Agosto 8 2022

La Pineta di Tropea rinasce con la messa a dimora di altre 100 piante

L'iniziativa ha rappresentato un importante momento di educazione ambientale. Presenti le prime classi di tutti gli istituti superiori della cittadina tirrenica

La Pineta di Tropea rinasce con la messa a dimora di altre 100 piante
La piantumazione dei pini a Tropea

Con la messa a dimora di altri 100 pini è stata completata la piantumazione della pineta di Tropea che, nel corso degli anni, a causa di alcuni patogeni, ha subito una drastica riduzione. Molte piante, infatti, sono seccate e, per evitare rischi per la pubblica incolumità, sono state rimosse. Le attività di messa a dimora sono frutto della collaborazione tra il Il Circolo Legambiente Ricadi, il Comune di Tropea, l’Istituto d’Istruzione Superiore e i Carabinieri Forestali Reparto Biodiversità di Mongiana. Una collaborazione che si è consolidata nel tempo e che ha contribuito alla rinascita della pineta, un’area questa che, negli anni passati, appariva molto degradata. Le prime attività, realizzate in sinergia, risalgono a circa tre anni fa e hanno visto protagonisti gli studenti delle scuole superiori, i quali, unitamente al locale Circolo Legambiente, presentarono al sindaco una proposta di recupero dell’intera area. Proposta – si legge in una nota stama Legambiente -accolta dal sindaco e dall’Amministrazione comunale che, nel corso del tempo, hanno investito sulla rinascita del sito. [Continua in basso]

Molte le attività realizzate nella pineta, da Puliamo il Mondo alla Festa dell’Albero, fino alla recente iniziativa denominata “Puliamo il tuo parco” sponsorizzata da Vallelata e che, nell’ambito dell’omonimo concorso, ha visto prevalere la Pineta di Tropea sulla candidatura di numerosi altri parchi. Una sinergia ben consolidata che, per alcune manifestazioni, ha registrato la partecipazione attiva, tra gli altri, anche dell’Istituto comprensivo “Don Francesco Mottola” e di Calabria Verde.

La recente iniziativa, denominata dagli organizzatori “Un Albero per il Futuro – Ridiamo vita alla Pineta”, conclude il ciclo di messa a dimora delle nuove piante che, nel corso del tempo ricostituiranno il polmone verde della città. Un’attività che non è stata solo di messa a dimora di ulteriori 100 pini ma si è tradotta anche e soprattutto in una concreta attività di educazione ambientale che ha registrato la presenza delle prime classi di tutti gli istituti superiori della cittadina tirrenica.
Gli studenti sono stati accolti dal sindaco Giovanni Macrì e dall’assessore Trecate, da Franco Saragò, Osvaldo Giofrè e Catia Viscomi del Circolo Legambiente Ricadi, dalla vice preside Maria Domenica Ruffa e dal Luogotenente Domenico Minichini, accompagnato dal capo squadra di Villa Vittoria Cosimo Foti e Francesco Costa. Dopo gli interventi di presentazione del progetto i ragazzi, accompagnati dai propri insegnanti, e coadiuvati dai volontari del comune, hanno messo a dimora i nuovi pini, ponendo su ogni pianta un cartellino con il nome dello studente che l’ha materialmente messa a dimora. [Continua in basso]

Un modo questo per stabilire un legame concreto e duraturo tra gli studenti e le nuove piante che si tradurrà, nell’immediato, con la loro “adozione” e accompagnamento nella crescita. La scuola si è impegnata, infatti, ad accudire le nuove piante e a provvedere, periodicamente, al loro innaffio. La scelta di far partecipare gli studenti delle prime classi, per come sostenuto dagli insegnanti Ruffa e Nardone, è finalizzata a garantire, da parte dei giovani studenti, l’assistenza necessaria alla pineta per l’intero quinquennio. Da tutti i presenti è venuto, in modo corale, l’appello ai ragazzi di prestare cura al verde in quanto rappresenta l’avvenire delle nuove generazioni.           

Articoli correlati

top