mercoledì,Settembre 28 2022

Ambiente: Amalia Bruni elogia il lavoro dei procuratori di Vibo e Lamezia, Falvo e Curcio

Il consigliere regionale ha partecipato ad un convegno a Lamezia Terme sul tema "Il mare che verrà" al quale ha preso parte, tra gli altri, anche il biologo marino Silvio Greco

Ambiente: Amalia Bruni elogia il lavoro dei procuratori di Vibo e Lamezia, Falvo e Curcio
Amalia Bruni

«Il mare calabrese è tra i più belli al mondo. Conservarne l’equilibrio e la limpidezza delle acque è per noi un impegno essenziale verso i calabresi e verso le attività economiche che sono legate al turismo, al settore della pesca e dell’acquacoltura. Una strategia integrata sull’ambiente credo debba essere tra i nodi centrali dell’agenda politica della nostra attività in Regione e su questo chiediamo il contributo di tutti». Lo ha detto il consigliere regionale Amalia Bruni intervenendo ad un convegno a Lamezia Terme sul tema “Il mare che verrà” al quale hanno preso parte anche il biologo marino Silvio Greco; Anna Rosa, referente del gruppo “Uniti per il Golfo di Sant’Eufemia”; il consigliere regionale del Partito democratico Raffaele Mammoliti ed il capogruppo alla Regione del Movimento 5 Stelle Davide Tavernise. [Continua in basso]

Il procuratore di Vibo Valentia Camillo Falvo

«Nello specifico, per quanto riguarda la tutela del mare e delle coste – ha aggiunto Amalia Bruni – riteniamo si debba intervenire su più aspetti, dalla gestione delle fiumare e dei corsi d’acqua più piccoli, spesso sedi di scarichi abusivi di ogni tipo, al modello di depurazione, passando per la conservazione e la difesa dell’ecosistema marino e delle sue specie. Non dobbiamo mai dimenticare che il mare è un’enorme riserva alimentare, oltre che di biodiversità. La sua tutela non può essere solo quella di mostrare acque pulite durante i mesi estivi. Serve una visione più ampia che affronti la questione ponendola al centro di tutti i problemi che riguardano l’ambiente. Altrimenti saremo costretti a mangiare, insieme ai pesci, anche la plastica, che è diventata il loro alimento principale. Io ritengo che il tema dell’ambiente, della cura delle nostre montagne e della pulizia del nostro mare sarà cruciale per il futuro della Calabria».

In questo campo, per il consigliere regionale, «abbiamo problemi seri: l’inquinamento del territorio è sempre più evidente e proprio per questo motivo sono perfettamente d’accordo con i Procuratori della Repubblica di Vibo Valentia e Lamezia Terme, Camillo Falvo e Salvatore Curcio, che tanto stanno facendo per queste zone. Saremo sempre al fianco, inoltre, delle forze dell’ordine e della magistratura, a cui va tutto il mio ringraziamento per la costante opera di prevenzione e di repressione dei reati che avvengono nella nostra regione. Per ridare credibilità a questa terra bisogna recuperare un’immagine di serietà e di credibilità che non può che ripartire dal rispetto della legalità e della serietà».

Per Amalia Bruni, infine, «dobbiamo essere tutti responsabili e custodi di questa nostra risorsa e pretendere, come collettività, che la gestione dei depuratori sia efficace, continua e sempre funzionante, facendoci sempre guidare da chi ha competenze tecniche e scientifiche e opera per migliorare la nostra condizione di vita. E soprattutto non dovremo mai girarci dall’altra parte quando osserviamo cose che non vanno o che si muovono al di fuori della legalità. Proprio per questo non possiamo prendere in giro i cittadini parlando di mare pulito a luglio o ad agosto, ma dobbiamo operare scelte e adottare strategie sempre per poter poi avere un mare pulito sempre, non solo d’estate. A questo proposito – ha detto ancora la consigliera regionale –  acquisire una coscienza civica è fondamentale e l’esempio che ci viene dato dal gruppo “Uniti per il Golfo di Sant’Eufemia” è importantissimo. E voglio esprimere, per ultimo, un ringraziamento particolare al professor Silvio Greco, direttore della Stazione zoologica Anton Dhorn».

Articoli correlati

top