mercoledì,Maggio 18 2022

Reflui in mare a Pizzo, De Pasquale: «Problematica che si protrae da troppo tempo»

Gli sversamenti di liquami fognari alla Seggiola preoccupano l'aspirante primo cittadino che propone alcune idee per farvi fronte

Reflui in mare a Pizzo, De Pasquale: «Problematica che si protrae da troppo tempo»
La situazione di questi giorni alla "Seggiola" di PIzzo
Emilio De Pasquale candidato a sindaco di Pizzo

«Desta preoccupazione lo stato delle acque del litorale napitino che, come si apprende dalla stampa, ancora una volta sono interessate da sversamenti di liquami a causa del malfunzionamento della stazione di sollevamento del parcheggio “Papa”. Una problematica che, come più volte denunciato anche dal responsabile del Wwf Pino Paolillo, si protrae ormai da troppo tempo e minaccia la salute del nostro mare a poche settimane dall’avvio della stagione estiva. Su questa questione la nuova amministrazione comunale dovrà necessariamente dare risposte alla cittadinanza e agli operatori turistici, avviando una serie di interventi che possano offrire maggiori garanzie sulla qualità delle acque di balneazione». E’ quanto afferma il candidato a sindaco di Pizzo Emilio De Pasquale, alla guida della lista “Domani è oggi-Emilio De Pasquale sindaco”, intervenendo sul guasto che ha interessato una pompa di sollevamento a Pizzo ed ha determinato lo sversamento di liquami fognari in località Seggiola.

«La depurazione – ha aggiunto De Pasquale – rappresenta una delle priorità del nostro programma e, sul punto, abbiamo elaborato una serie di proposte concrete che presto sottoporremo all’opinione pubblica e all’elettorato. Alla necessaria manutenzione ed efficientamento delle stazioni di sollevamento e del depuratore comunale, che presto saranno oggetto di interventi di rifunzionalizzazione per una cifra pari a 500mila euro, bisognerà necessariamente accompagnare azioni di sistema che focalizzino l’attenzione sui corsi d’acqua che sfociano in mare nel nostro territorio e coinvolgere tutti quei comuni dell’area dell’Angitola i cui scarichi finiscono sulla nostra costa. In questo quadro, se sarà premiata dagli elettori, la nostra amministrazione avvierà una collaborazione con i Comuni interessati per intervenire unitariamente sull’attivazione del depuratore consortile allo scopo di garantire l’adeguato trattamento dei reflui a tutela del nostro mare. Siamo chiamati a custodire e difendere un patrimonio naturalistico troppo prezioso e, al tempo stesso, fondamentale per lo sviluppo turistico ed economico della nostra cittadina. Per questo – ha concluso Emilio De Pasquale – è necessario mettere in campo maggiori sforzi e intervenire con azioni decise che possano contribuire a migliorare lo stato delle cose».   

Articoli correlati

top