martedì,Giugno 28 2022

Porto Vibo Marina, al via le operazioni di rimozione della sabbia dai fondali

Le attività si stanno concentrando presso la banchina Petroli dove addirittura si era creata una piccola spiaggia

Porto Vibo Marina, al via le operazioni di rimozione della sabbia dai fondali
Lavori al porto di Vibo Marina

L’insabbiamento dei fondali del porto di Vibo Marina rappresenta uno dei principali problemi che interessa l’infrastruttura portuale. Particolarmente urgente era diventato, con il passare del tempo, il dragaggio presso la banchina Petroli, dove addirittura si era creata una piccola spiaggia causata dalla risacca. Circostanza che aveva finito per creare serie difficoltà alle petroliere impegnate nello scarico dei prodotti petroliferi destinati ai depositi costieri ubicati nella cittadina portuale, al punto da costringere le navi-cisterna ad entrare nel porto di Vibo Marina con un carico ridotto al fine di evitare rischi. Per mezzo di lavori d’urgenza, l’Autorità Portuale ha quindi deciso di far intervenire una moderna draga spagnola già presente nel porto di Gioia Tauro. L’unità navale lavorerà sino a domani sera al fine di consentire il ripristino dei livelli minimi di sicurezza. [Continua in basso]

La sabbia rimossa verrà depositata e livellata in fondali più bassi del porto. Da ricordare che lo sdoganamento degli idrocarburi nel porto di Vibo permette di far incassare allo Stato dai 250 ai 400 milioni di euro annui, di cui il dieci per cento viene stornato a favore della Regione Calabria, ma nulla o quasi entra nelle casse comunali. In questi ultimi anni, per i minori volumi di carburante scaricati nel porto di Vibo a causa dei bassi fondali, gli idrocarburi sono arrivati per via gommata da Campania, Puglia, Sicilia, permettendo alle rispettive regioni di incassare le accise relative ai prodotti petroliferi venduti in Calabria. L’obiettivo perseguito con i lavori di dragaggio appena avviati dovrebbe consentire alle petroliere provenienti dalle raffinerie di entrare nel porto di Vibo Marina a pieno carico.

I lavori al Porto

In un suo comunicato, la Pro Loco di Vibo Marina esprime il suo apprezzamento per questo intervento, definito molto utile ed importante per lo sbarco e la distribuzione dei carburanti in Calabria e si augura, altresì, che per la prossima stagione estiva venga trovata una soluzione tecnica per rendere più funzionale la banchina Fiume al fine di consentire un più agevole imbarco e sbarco , vicino al centro abitato, dei passeggeri che utilizzano sia le motonavi sia gli aliscafi per raggiungere le vicine isole Eolie. Per la prossima stagione estiva è infatti previsto un transito passeggeri di circa 50 mila unità, con un notevole incremento di quelli provenienti da Puglia, Basilicata e paesi esteri. Numeri che, si auspica, possano indurre i vari enti coinvolti nella gestione dello scalo portuale ad attivare quanto necessario per rendere più moderna e competitiva l’infrastruttura portuale vibonese, finora messa al centro, ma solo a parole, del dibattito politico.
LEGGI ANCHE: Porto di Vibo Marina: proposta per uno scalo internazionale. Ecco lavori, benefici e costi

Articoli correlati

top