lunedì,Agosto 15 2022

Raccolta differenziata: il Comune di Tropea ai commercianti: «Collaborate»

Il monito dell’amministrazione è rivolto soprattutto ai titolari delle attività del centro storico che non effettuerebbero il conferimento come da regolamento

Raccolta differenziata: il Comune di Tropea ai commercianti: «Collaborate»
Il centro cittadino di Tropea

«Risulta che molte utenze commerciali del centro storico, soprattutto quanto alla frazione organica, non effettuino il conferimento come da regolamento. Segnatamente la frazione organica molto spesso viene mischiata all’indifferenziata e/o vengono utilizzati sacchi non compostabili.  Si invitano, pertanto, tutti i titolari di utenze commerciali alla massima collaborazione rammentando che il conferimento in spregio alle norme regolamentari e alle ordinanze sindacali, può determinare, oltre che all’irrogazioni di pesanti sanzioni, la revoca della concessione all’occupazione del suolo pubblico». Il richiamo arriva dall’amministrazione comunale di Tropea. [Continua in basso]

In particolare, tutte le attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande e attività di asporto di alimenti, «dovranno conferire la frazione organica nei seguenti termini:  i relativi sacchi compostabili dovranno, obbligatoriamente, essere collocati all’interno di mastelli di colore marrone personalizzati, dotati di ruote, che dovranno essere esposti, nel rispetto degli orari e modalità di conferimento, innanzi all’ingresso principale della propria utenza commerciale, ovvero nelle immediate adiacenze qualora la prima opzione sia da intralcio alla circolazione pedonale e/o stradale. I predetti contenitori, che non potranno essere lasciati all’esterno se non negli orari di conferimento, dovranno essere perfettamente mantenuti e periodicamente igienizzati. Le operazioni di lavaggio/igienizzazioni non potranno in nessun caso essere svolte su area pubblica. Ai trasgressori – fanno sapere dal Comune – sarà comminata una sanzione amministrativa pecuniaria da 125,00 euro a 500,00 euro. In caso di recidiva, alla sanzione amministrativa pecuniaria, seguirà quella della sospensione della licenza / autorizzazione / concessione per un periodo non inferiore a tre giorni».

Articoli correlati

top