mercoledì,Settembre 28 2022

Dall’Ecoparco alle Comunità energetiche, a Cessaniti progetti green a valere sul Pnrr

Il sindaco Mazzeo: «Non ci faremo sfuggire nessuna possibilità di finanziamento ed il Pnrr è una di quelle opportunità da cogliere al volo»

Dall’Ecoparco alle Comunità energetiche, a Cessaniti progetti green a valere sul Pnrr
Il Comune di Cessaniti e nel riquadro il sindaco Francesco Mazzeo

Green communities e Comunità energetiche rinnovabili. Sono questi i progetti a valere sui bandi del Pnrr approvati nelle scorse ore dal Consiglio comunale di Cessaniti. «Con l’approvazione di queste delibere, – afferma il sindaco Francesco Mazzeo – continua il nostro percorso di programmazione del futuro del territorio comunale di Cessaniti. Come abbiamo sempre fatto in passato, anche per il presente non ci faremo sfuggire nessuna possibilità di finanziamento ed il Pnrr, ovviamente, è una di quelle opportunità da cogliere al volo, qualsiasi sia la destinazione dei fondi». [Continua in basso]

Ecoparco

Più nel dettaglio con l’adozione del protocollo di intesa dal titolo “Sistema di ecoparco naturale per il Turismo sostenibile” nell’Area Vibonese, saranno ben 16 i Comuni che costituiranno il partenariato, ottenendo tra l’altro, anche la premialità, che garantisce la partecipazione all’avviso per le Green Communities. Tutti gli interventi dovranno essere progettati, realizzati e gestiti secondo il modello dell’economia circolare e nel quadro di obiettivi di riduzione dei consumi energetici, attraverso misure di efficientemento energetico e, ove possibile, ricorrendo all’uso di energie alternative e rinnovabili. Gli interventi dovranno tener conto dei principi della progettazione universale (design for all) e dell’accessibilità delle persone con disabilità.

Le attività inoltre non devono arrecare alcun significativo danno all’ambiente, rispettare i principi della parità di genere e della protezione e valorizzazione dei giovani. Pertanto tutti gli edifici o gli spazi oggetto di intervento devono altresì prevedere la rimozione delle barriere che limitano l’accesso alle persone con disabilità fisiche, culturali e cognitive. I piani di sviluppo sostenibile includeranno: lo sviluppo sostenibile delle attività produttive (zero waste production); l’integrazione dei servizi di mobilità; lo sviluppo di un modello di azienda agricola sostenibile.

Comunità energetiche

Le Comunità energetiche invece rappresentano un’assoluta novità nel campo della produzione di energia da fonti rinnovabili. Ovviamente, come per le Green Comunities, anche le Cer verranno finanziate a valere sul Pnrr. Le finalità sono la decarbonizzazione del sistema energetico entro il 2030, anche in considerazione dell’esplosione dei prezzi dell’energia degli ultimi mesi. «I benefici economici attesi dalla collettività proveniente dalle comunità energetiche sono di tipo ambientale, economico e sociale, ma soprattutto sono vietati i profitti finanziari. Mentre i vantaggi sono -specifica il sindaco Mazzeo- il risparmio in bolletta per i soci pubblici e privati, il guadagno per la produzione di energia pulita, le agevolazioni fiscali per le imprese “prosumer”, la compensazione economica tra immissioni e prelievi». Il tutto si inserisce nel processo di evoluzione del quadro normativo europeo che punta alla centralità del cittadino consumatore/produttore al quale deve essere garantito un accesso più equo e sostenibile al mercato dell’energia elettrica.

«Tutto questo sarà a costo zero per le tasche dei cittadini di Cessaniti in quanto il Comune non impegnerà somme di bilancio, ma la progettazione graverà sul finanziamento già ottenuto, pari a più di 20mila euro, finalizzato alle progettazioni preliminari con il fine ultimo di traguardare gli sfidanti obiettivi di miglioramento della qualità di vita dei propri abitanti, attraverso la transizione verde, la digitalizzazione dei suoi processi amministrativi, l’attuazione dell’economia circolare, l’attuazione della parità di genere e generazionale, la lotta all’evasione d’imposte locali, l’adeguamento infrastrutturale, la formazione e l’istruzione dei giovani il benessere e la salute di coloro che a qualunque titolo vi risiedano», conclude il primo cittadino.

Articoli correlati

top