lunedì,Febbraio 6 2023

Rete idrica di Vibo: la giunta approva il progetto di fattibilità tecnico-economica

L’amministrazione del capoluogo punta al finanziamento di Invitalia: «Obiettivo completare i lavori iniziati con l’ingegnerizzazione»

Rete idrica di Vibo: la giunta approva il progetto di fattibilità tecnico-economica
Il sindaco di Vibo Maria Limardo

Realizzare una serie di interventi per migliorare la distribuzione idrica, efficientarne la gestione, diminuire i costi e ottimizzare i consumi. Sono questi gli obiettivi del progetto di fattibilità tecnico-economica approvato dalla giunta comunale di Vibo Valentia, su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Giovanni Russo e inserito nelle linee programmatiche del sindaco Maria Limardo, per completare il lavoro già avviato di ingegnerizzazione della rete idrica. «La città e le frazioni – dichiara il primo cittadino – hanno purtroppo sempre sofferto, specie in determinati periodi, della carenza di acqua. Ma non è più il tempo di andare avanti con soluzioni tampone, il nostro scopo è quello di cercare di risolvere in maniera definitiva il problema della carenza idrica e il lavoro che stiamo conducendo va proprio in questa direzione».

«Il progetto – spiega l’assessore Russo – rientra nel Contratto istituzionale di sviluppo (Cis) “Acqua bene comune” e risponde perfettamente ai dettami europei contenuti nei bandi ministeriali del React EU e del Pnrr sulla “Digitalizzazione delle reti idriche”. Lo presenteremo ad Invitalia per chiedere il finanziamento necessario a completare quelle opere già avviate, e tuttora in corso, di ingegnerizzazione della rete, con le quali abbiamo ottenuto importanti risultati sia a Vibo Marina che a Bivona». [Continua in basso]

Ecco cosa è previsto di realizzare

Il progetto prevede, nello specifico, la realizzazione di una nuova condotta nel centro storico di circa tre chilometri, che andrà a sostituire le tre già presenti, con inserimenti di valvole di pressione che aiuteranno anche a contenere le perdite; la distrettualizzazione completa del centro storico di Vibo Valentia, ad oggi servita principalmente dai serbatoi Tiro a segno e Rai, che saranno dotati di una strumentazione con tecnologia adatta al telecontrollo, permettendo quindi di intervenire sulle criticità di ogni singola porzione senza bloccare l’immissione in tutta la tratta; ed infine l’installazione di contatori smart non solo con l’obiettivo di misurare l’acqua consumata dagli utenti ma anche di monitorare le situazioni di maggiore criticità dovute a consumi anomali e stagionali non consoni al corretto utilizzo della risorsa idrica.

«Con gli interventi effettuati già nell’estate appena trascorsa – concludono gli amministratori – abbiamo registrato grandi miglioramenti, con l’acqua che è mancata soltanto sporadicamente ed in maniera contenuta, soprattutto nelle frazioni marine. Il nostro obiettivo resta quello di trasformare una rete idrica vetusta in una rete moderna ed efficiente, a tutto vantaggio dei cittadini».

LEGGI ANCHE:: Vene e Triparni, scatta «l’emergenza sanitaria»: perdite fognarie e acqua non potabile

Articoli correlati

top