Ricadi, lo scarico fognario nelle acque bianche allarma i cittadini – Video

Presentata una petizione per venire a capo della vicenda che, assicurano i residenti, «va avanti da tre anni». Dal Comune rassicurano: «faremo presto chiarezza»

Presentata una petizione per venire a capo della vicenda che, assicurano i residenti, «va avanti da tre anni». Dal Comune rassicurano: «faremo presto chiarezza»

Informazione pubblicitaria
Soluzioni di fortuna contro i cattivi odori

A Ricadi, in pieno centro, nella condotta dell’acqua piovana arriva dell’altro, qualcosa di maleodorante, e i cittadini si lamentano, s’interrogano e storicizzano il problema. «E’ da tre anni che si sente puzza» dicono in piazza; «sono costretta a chiudermi in casa con i condizionatori sempre accesi», lamenta una signora anziana; «abbiamo presentato una petizione ma il Comune non ci ha risposto», spiegano altri cittadini. Proteste e mistero, sono le uniche cose certe in questa vicenda: i liquami che scorrono oltre le grate, quindi visibili e maleodoranti, non si sa dove provengano anche se in mattinata, arrivato nella zona l’assessore Paolo Morabito, si apprende di una novità. «Proprio oggi – spiega l’amministratore delegato all’Ambiente – abbiamo incaricato la ditta di scovare, tramite una telecamera che si muove nelle condotte, l’origine dello sversamento». I cittadini replicano: «finalmente l’ente si interessa» e sperano che si possa risolvere un disservizio che provoca l’inquinamento del mare, visto che per legge ciò che scorre nella rete delle acque bianche può arrivare ai fiumi.