Misteriosa moria di pesci nel lago Angitola

Fenomeno naturale o azione di sabotaggio? Si indaga per capire cosa succede nell'area protetta
Fenomeno naturale o azione di sabotaggio? Si indaga per capire cosa succede nell'area protetta
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Misteriosa moria di pesci nel lago dell’Angitola, prontamente segnalata dalle autorità all’Arpacal per il sospetto inquinamento dello specchio d’acqua. L’allarme è stato lanciato dal commissario del Parco delle Serre, Giuseppe Pellegrino, a capo dell’ente nel cui territorio ricade l’Oasi dell’Angitola, una delle zone di maggior pregio naturalistico in Calabria, inserita tra le aree dove più rigorosa è la tutela dell’ambiente. In queste ore si sta cercando di capire quanto vasto sia l’affioramento in superfice di pesci morti, per cercare di individuare l’origine del fenomeno e capire se si sia trattato di un fenomeno naturale – dovuto ad una antropizzazione  compromessa nel fondo del lago – oppure se ciò che si vede in queste ore sia la conseguenza di qualche azione criminale di sabotaggio.

Informazione pubblicitaria