Nicotera, la raccolta differenziata parte con il piede giusto

Percentuale superiore al 68 per cento nel mese di marzo. Soddisfazione viene espressa dall’assessore all’Ambiente Marco Vecchio e dal sindaco Giuseppe Marasco
Percentuale superiore al 68 per cento nel mese di marzo. Soddisfazione viene espressa dall’assessore all’Ambiente Marco Vecchio e dal sindaco Giuseppe Marasco
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

L’amministrazione comunale di Nicotera, nelle persone del sindaco Giuseppe Marasco e dell’assessore all’Ambiente Marco Vecchio, esprime «grande soddisfazione per i dati relativi alla raccolta differenziata che, dopo quattro mesi, ha raggiunto nel mese di marzo, la quota del 68.74 per cento.

Informazione pubblicitaria
L’assessore Marco Vecchio

Ringraziamenti, da parte dell’assessore Vecchio, «a tutti i cittadini di Nicotera e frazioni che hanno dimostrato, in pochi mesi, di essere entrati nel meccanismo della raccolta differenziata. Questo primo dato, per quanto rilevante dal punto di vista statistico, deve comunque essere da sprone a noi tutti, amministrazione e cittadini, a continuare in questo virtuoso percorso intrapreso che, sul fronte del riciclo dei rifiuti, dopo anni di attesa, inizia ad allineare Nicotera alle realtà comunali più evolute. Ovviamente – continua Vecchio – i conti si faranno alla fine dell’anno e le cifre finali saranno certificate dall’Arpacal ma già da queste prime cifre, si possono avanzare alcune considerazioni. Innanzitutto che un simile dato significa che la campagna di sensibilizzazione, a suo tempo predisposta da questo assessorato, ha raggiunto tutta la popolazione e che lo stesso, è un dato in continuo crescendo, visto che si partiva dall’11 per cento di dicembre 2019 e passando per il 45 per cento di gennaio e il 59 per cento di febbraio, si arriva al 68 per cento di marzo. Faccio inoltre notare – argomenta ancora Vecchio – che se a fine anno, questo dato dovrebbe consolidarsi e anche solo attestarsi alla cifra del mese di marzo, Nicotera entrerebbe nella ristretta lista degli appena 6 comuni vibonesi che lo scorso anno, hanno superato la soglia del 60 per cento della raccolta differenziata (Mongiana, Mileto, Filadelfia, Spadola, Zambrone) e non molto lontano dalla vetta della classifica guidata da Stefanaconi (74 per cento) dove opera la stessa ditta che gestisce a Nicotera la raccolta differenziata (che colgo l’occasione di ringraziare), comune che però ha appena un terzo della nostra popolazione e che ha iniziato questo percorso già tre anni fa».

Il sindaco di Nicotera Giuseppe Marasco

Conclude Vecchio: «Faccio infine presente che fare la differenziata non solo significa avere un paese più pulito ma comporta un risparmio per le casse comunali perché prima della raccolta differenziata, il conferimento dell’indifferenziato, ci costava 200 euro a  tonnellata ma, con una quota di differenziata del 45 per cento, tale costo, già si abbassa a 140 euro a tonnellata e può essere ulteriormente abbattuto».

Dal canto suo il sindaco Marasco ha rimarcato: «Sono dati che indicano solo una tendenza ma se come dice il detto “chi ben comincia è a metà dell’opera” allora vuol dire che la strada intrapresa dall’amministrazione è quella giusta e occorre perseverare. Pertanto, oltre ad esprimere la mia soddisfazione e di tutta l’amministrazione, ringrazio anche io tutti i cittadini, la cui maturità e l’alto senso civico, ci hanno fatto raggiungere questo primo traguardo. Un altro segno tangibile dell’inversione di tendenza di una comunità che finalmente diventa esempio positivo e modello da seguire».