Mare sporco e rifiuti, a Nicotera i cittadini occupano il Comune (VIDEO)

Gli attivisti del Movimento 14 luglio sono tornati nel palazzo municipale per protestare con veemenza contro la situazione ambientale. Dipendenti allontanati e ingresso sbarrato

Gli attivisti del Movimento 14 luglio sono tornati nel palazzo municipale per protestare con veemenza contro la situazione ambientale. Dipendenti allontanati e ingresso sbarrato

Informazione pubblicitaria

Comune di Nicotera chiuso per protesta. Nuova occupazione degli attivisti del Movimento 14 luglio del palazzo municipale nicoterese.

A scatenare la protesta il mare sporco e la sporcizia in cui sarebbe lasciato il paese. Nel mirino dei manifestanti, quindi, i commissari che reggono l’amministrazione comunale dopo lo scioglimento del precedente civico consesso per infiltrazioni mafiose. I funzionari dello Stato sono accusati di disinteressarsi dei problemi che attanagliano la comunità.

I cittadini hanno sbarrato le porte del Municipio e pare abbiano allontanato i dipendenti dagli uffici. Sul posto i carabinieri.

Il presidio è stato sciolto in seguito alle rassicurazioni ricevute direttamente dal locale comandante dell’Arma che ha riferito agli occupanti della volontà manifestata dal prefetto di Vibo, Guido Longo, di incontrare una delegazione del movimento già nella giornata di domani.   

LEGGI ANCHE:

Stato del mare e del fiume Mesima a Nicotera, il “Comitato 7 agosto” alza la voce (VIDEO)

Nicotera, al via la bonifica del fosso San Giovanni (VIDEO)

Fioritura algale nel mare di Nicotera, l’Arpacal: «Si indaghi sul fenomeno»