Lungomare di Coccorino: manufatti abusivi abbattuti dopo 45 anni

Al via anche il rifacimento del muretto, dissequestrato dalla Procura, e devastato a maggio da lavori non autorizzati
Al via anche il rifacimento del muretto, dissequestrato dalla Procura, e devastato a maggio da lavori non autorizzati
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria
Il rifacimento del muretto rotto a maggio

E’ stato dissequestrato dalla Procura di Vibo Valentia il tratto di lungomare a Coccorino devastato nel maggio scorso da lavori non autorizzati che hanno portato alla rottura del muretto e ad un vero e proprio scempio ambientale. Dopo la rimozione dei sigilli ad opera della Guardia costiera di Nicotera Marina alla presenza del tecnico del Comune di Joppolo, Sabatino Panzitta (custode dell’area sottoposta a sequestro), da stamane la ditta Lentini è al lavoro (sotto la direzione tecnica dello stesso Panzitta) per rifare il muretto e sistemare il lungomare. Per la giornata di lunedì è invece prevista la bitumazione del lungomare e l’attesa pulizia di tutta la strada.

Nel frattempo, però, dopo ben 45 anni sono stati finalmente demoliti sul lungomare di Coccorino i manufatti abusivi adibiti a garage e deposito per le barche. Costruzioni che da tempo aspettavano di essere abbattute ridando alla cittadinanza ed ai turisti degli spazi pubblici loro sottratti senza alcun titolo da parte dei proprietari dei manufatti abusivi. Sicuramente una buona notizia per Coccorino e per la salvaguardia dell’ambiente circostante.

LEGGI ANCHE: Joppolo: ditta a Coccorino senza mezzi e antenna Wind su sito del padre del vicesindaco

Informazione pubblicitaria

Scempio ambientale a Coccorino, sequestrato il lungomare e denunciati i responsabili