Costa vibonese sommersa dai rifiuti, Idm: «La Regione intervenga»

L’emergenza ambientale colpisce in particolare i centri turistici. De Nardo: «La bellezza e il turismo non possono essere compromessi da una gestione approssimativa»
L’emergenza ambientale colpisce in particolare i centri turistici. De Nardo: «La bellezza e il turismo non possono essere compromessi da una gestione approssimativa»
Informazione pubblicitaria
Il parcheggio della spiaggia di Grotticelle a Capo Vaticano (foto Facebook)

La situazione ambientale è ormai alle soglie dell’emergenza, ed in alcuni casi l’ha superata come a Capo Vaticano. I rifiuti sparsi su tutta la provincia non lasciano indifferente il partito Italia del meridione, che nel Vibonese è guidato dal commissario Tiziana De Nardo. «Apprendiamo della grave situazione igienico-sanitaria che sta interessando l’area del Vibonese, denunciata dalle associazioni di categoria e da alcuni sindaci. Una tra le zone altamente turistiche della nostra regione che sta già soffrendo la crisi del mercato a seguito della pandemia, a cui ora si aggiunge quella dei rifiuti. Come commissario Idm dell’area – aggiunge la De Nardo – non posso rimanere sorda all’ennesima denuncia e richiesta di aiuto per una situazione che ha messo in ginocchio la Calabria intera e che urge una risoluzione immediata. Come movimento politico ci uniamo all’azione corale intrapresa e sollecitiamo da parte nostra una risposta ed intervento repentino da parte della Regione e della presidente Jole Santelli».

Tiziana De Nardo

Secondo la De Nardo, «la bellezza della Costa degli Dei non può essere compromessa e oltraggiata dai “demoni” di una gestione approssimativa di un servizio fondamentale che ne compromette l’immagine ma anche la vivibilità. Se “Il futuro è Calabria”, partiamo dai servizi primari ed essenziali, solo così quelle immagini mozzafiato faranno il giro del mondo».