lunedì,Luglio 26 2021

Eco distretto a Sant’Onofrio, costituito ufficialmente il Comitato “No discarica”

Il fronte dei contrari si struttura e fa sul serio. A guidarlo una giovane dottoressa in Biochimica con alle spalle anni di studi antitumorali. Che assicura: «Offriremo valide soluzioni alternative»

Eco distretto a Sant’Onofrio, costituito ufficialmente il Comitato “No discarica”
L'area dell'ex discarica comunale di Sant'Onofrio

Si è ufficialmente costituita, con registrazione all’Agenzia delle entrate di Vibo Valentia, l’associazione “Comitato No discarica” che ha l’intento dichiarato di fronteggiare la realizzazione del cosiddetto Eco-distretto di Sant’Onofrio e di proporre soluzioni alternative allo smaltimento dei rifiuti prodotti nel Vibonese. Il sodalizio si struttura dopo diversi incontri interlocutori che hanno coinvolto cittadini, attivisti, amministratori ed ex amministratori, provenienti perlopiù da quattro comuni: Filogaso, Sant’Onofrio, Stefanaconi e Vazzano. A guidarlo, in qualità di presidente, è MariangelaLopreiato. Giovane di Stefanaconi laureata in Chimica e Tecnologie farmaceutiche, con un dottorato in Biochimica, e anni di studi antitumorali alle spalle. Vicepresidente e responsabile dei rapporti con le associazioni è il noto pediatra VitoBarba; segretario e portavoce del comitato l’ex sindaco di Vazzano DomenicoVillì; tesoriere NicolaIozzo e responsabile organizzazione e rapporti con i media GiuseppeProfiti. [Continua]

Tra le prime iniziative che l’associazione intende promuovere – ai fini di una compiuta analisi del caso che tanto fa ancora discutere politica e cittadinanza – sarà la richiesta di accesso agli atti all’Ato n. 4 di Vibo e al Comune di Sant’Onofrio. Documentazione che verrà poi illustrata nel corso di un’iniziativa pubblica che si svolgerà nelle prossime settimane, verosimilmente a Filogaso, vale a dire nel comune più prossimo in linea d’aria alla località individuata per la realizzazione del sito di trattamento dei rifiuti e della discarica di servizio.

Forte delle oltre 1000 firme già raccolte dal precedente nucleo del comitato e fiduciosa nel contributo di quanti vorranno aderire alla protesta, la nuova realtà – della cui costituzione è stato informato anche il prefetto di Vibo Francesco Zito – si farà promotrice di una proposta per l’utilizzo dei fondi destinati all’Eco distretto vibonese per il potenziamento degli impianti dove già vengono conferiti i rifiuti prodotti dai comuni della provincia, in un’ottica di efficientamento del sistema di smaltimento e di salvaguardia del territorio.   

Determinato più che mai il presidente del Comitato No discarica Mariangela Lopreiato: «Ho l’onore e il piacere di rappresentare la volontà di numerosi cittadini – ha detto a Il Vibonese – che con forza e decisione si oppongono alla realizzazione dell’Eco distretto con annessa discarica di servizio in località Palombara. Il nostro “No” è mosso da serie preoccupazioni di carattere ambientale e di tutela della salute di tutti i cittadini. Sappiamo bene quali sono i rischi che deriverebbero dalla realizzazione di una discarica in un sito non idoneo, con evidenti vincoli di carattere geologico e infrastrutturale e chiediamo piuttosto che venga effettuata la bonifica di discariche già presenti sul territorio in questione. Oltre a ciò – aggiunge -, il nostro impegno sarà indirizzato a fornire idee alternative per lo smaltimento cosciente ed economicamente sostenibile dei rifiuti prodotti nella nostra provincia. Porteremo avanti questa battaglia uniti e organizzeremo una serie di eventi per informare la popolazione in merito ai motivi del nostro “No”».

Eco distretto a Sant’Onofrio, nuovi comitati pronti a dare battaglia

top