Due soli nei cieli vibonesi: il parelio incanta al tramonto – Foto

Il fenomeno ottico causato dalla rifrazione della luce solare da parte dei piccoli cristalli di ghiaccio sospesi nell'atmosfera
Il fenomeno ottico causato dalla rifrazione della luce solare da parte dei piccoli cristalli di ghiaccio sospesi nell'atmosfera
Informazione pubblicitaria
Il parelio visto da Pizzo (foto Andrea Ceraso)
Informazione pubblicitaria

di E.D.G.

Due soli nei cieli vibonesi. Chi ha avuto la fortuna di assistere al suggestivo fenomeno che si è verificato due giorni fa sulla costa tirrenica, ha avuto l’impressione di osservare il cielo di un mondo alieno, con due stelle a illuminare il pianeta. In realtà, si è trattato di un fenomeno ottico chiamato parelio, causato dalla rifrazione della luce solare da parte dei piccoli cristalli di ghiaccio sospesi nell’atmosfera e che solitamente costituiscono i cirri, cioè le nubi più alte.

A segnalarlo, pubblicando anche una serie di foto, è Andrea Ceraso, un utente della pagina Facebook AstroDivulgazione, comunità di appassionati e studiosi che indagano i misteri del cosmo con un approccio social. [Continua]

Informazione pubblicitaria

«Due giorni fa, passeggiando per le vie del mio paese scorgo in cielo questo meraviglioso spettacolo di luci e mi metto a fotografarlo con lo smartphone… Ma che diavolo saranno mai quelle bellissime luci intorno al sole? Niente paura ragazzi, lo so che siamo nel 2020 ma ancora nessuna apocalisse imminente, almeno credo…».

Sensazione per nulla peregrina, visto che da millenni il parelio viene osservato con un misto di meraviglia e timore.

Seneca, ad esempio, duemila anni fa descrisse il fenomeno considerato soprannaturale, ma avanzò una interpretazione razionale, anche sulla scorta di osservazioni condotte prima di lui in Grecia, intuendo che fosse effetto della riflessione della luce solare.

Dal canto suo, anche l’appassionato di astronomia vibonese tranquillizza e, dopo aver spiegato di cosa si tratta, conclude: «È un fenomeno non molto comune da osservare in quanto necessita di condizioni atmosferiche particolari per manifestarsi. Vero, questo non è un post dedicato all’astronomia, ma d’altronde anche la nostra Terra è un pianeta, e non smette mai di offrirci spettacoli unici come questo».

Come dargli torto.