Raccolta dei rifiuti carente a Vibo, quando a pagare è un ristorante modello

La spazzatura giace da giorni all’esterno creando danni enormi ad un’attività che impiega un buon numero di dipendenti
La spazzatura giace da giorni all’esterno creando danni enormi ad un’attività che impiega un buon numero di dipendenti
Informazione pubblicitaria

Continua a presentare diverse criticità il servizio di raccolta dei rifiuti al ristorante “Bai Wei – Sushi” (cucina cinese-giapponese), situato lungo la Statale 18, importante realtà nel panorama della ristorazione vibonese.
Come avevamo già avuto modo di scrivere in un precedente articolo dello scorso anno, all’ineccepibile conduzione dell’attività fa da contraltare, arrecandogli notevoli danni, un servizio di raccolta dei suoi rifiuti deficitario, carente se non addirittura del tutto assente. Il Comune di Vibo Valentia e la società Ecocar, più volte interpellati dal gestore del locale per il tramite del suo legale, non hanno al momento posto rimedio al grave disservizio che crea disagi evidenti di natura igienico-sanitaria. Se le diffide inviate lo scorso anno, quando a gestire il servizio di raccolta era la Dusty, sortirono l’ effetto voluto ottenendosi seppure in parte un più regolare suo espletamento, non altrettanto sta avvenendo con l’Ecocar che, inspiegabilmente, nonostante la ventilata ipotesi di adire l’autorità giudiziaria per i subiti e subendi danni, persevera nella grave omissione.

Così come risulta inadempiente anche il Comune di Vibo Valentia, sebbene gli sia stato prospettato il non pagamento o l’effettuazione dello stesso in misura percentuale di molto ridotta stante le consolidate pronunce delle tante commissioni tributarie, del previsto tributo comunale sui rifiuti.

Una situazione indecorosa che testimoniamo attraverso le foto dello stato dei luoghi e da risolvere al più presto. Il ristorante ha un non indifferente numero di dipendenti, tra cuochi, aiuto cuochi, camerieri ed inservienti e garantisce 115 posti a sedere. La serietà della sua gestione è stata più volte “certificata” anche da approfonditi controlli dei carabinieri del Nas di Catanzaro e della Guardia costiera, che non hanno riscontrato alcun tipo di anomalia o carenza nella qualità del cibo, nella sua conservazione e nella gestione dell’attività, implicitamente confermando la bontà e qualità del servizio offerto, già favorevolmente riscontrata dalla numerosa clientela. La carente raccolta dei rifiuti, unita alle inevitabili difficoltà legate alle restrizioni imposte per l’ emergenza pandemica, sta però penalizzando il ristorante oltre misura, in un comune come quello di Vibo Valentia che – già notoriamente dissestato sotto molteplici aspetti – si permette pure il “lusso” di rendere difficile la vita a chi vuol condurre un esercizio commerciale nel pieno rispetto delle regole offrendo un servizio di qualità.