domenica,Maggio 9 2021

Sant’Onofrio, il punto del Comune sulle difficoltà dello smaltimento e della raccolta dei rifiuti

Le difficolta manifestate dalla ditta e il quadro della situazione illustrato dal sindaco Maragò e dall'assessore Profiti

Sant’Onofrio, il punto del Comune sulle difficoltà dello smaltimento e della raccolta dei rifiuti

«La ditta che ha in appalto il servizio della raccolta differenziata ed il successivo trasporto dei rifiuti solidi urbani nel Comune di Sant’Onofrio da tempo segnala numerose incombenze ed un aggravio di attività e di costi connessi all’espletamento regolare del servizio». È quanto denuncia in una diffusa alla stampa il sindaco di Sant’Onofrio Onofrio Maragò. «In particolare – scrive il primo cittadino – sono da rimarcare i numerosi viaggi fino agli impianti trattamento e dopo una giornata di attesa rientrare con il camion ancora carico e non poterlo utilizzare per la raccolta per diversi giorni o settimane». Ciò sarebbe dovuto al «continuo blocco degli impianti che non viene comunicato per tempo e che impone di dover portare il residuo secco presso l’impianto di Catanzaro o quello di Cosenza secondo le disponibilità che vengono di volta in volta concesse all’Ato di Vibo Valentia».

Il Comune di Sant’Onofrio, da parte sua, «sta avendo serie difficoltà a garantire pagamenti regolari alla ditta che svolge il servizio in ragione di un rinvio nell’invio ai cittadini della fatturazione della Tari del 2020 a fronte delle problematiche legate alla pandemia, nonché nell’aumento sconsiderato dei costi di trattamento e di smaltimento che sono lievitati di circa tre volte e per fortuna in parte ammortizzati dall’incremento della raccolta differenziata che ha raggiunto il 65%».

«Questo risultato positivo nella percentuale di raccolta differenziata segnala l’assessore all’Ambiente Gregorio Profiti – era l’obiettivo che l’amministrazione si era dato per il 2020 ed è frutto di una collaborazione tra la ditta e gli uffici comunali, che hanno saputo imprimere le giuste misure e avviato la realizzazione di utili investimenti finanziati con fondi comunitari messi a disposizione dalla Regione Calabria». Il completamento degli investimenti previsti consentirà di «confermare e possibilmente incrementare questo ottimo risultato se si tiene conto che nel 2016 la percentuale era inferiore al 7%». Il servizio di raccolta differenziata, sospeso dalla ditta per qualche giorno, anche per difficoltà a conferire i rifiuti agli impianti di trattamento, viene ripreso spiega – l’assessore Profiti – «grazie alla mediazione del sindaco Maragò che si è fatto interprete sia delle rivendicazioni della ditta appaltatrice sia delle motivazioni degli uffici comunali impegnati quotidianamente ad affrontare problematiche innumerevoli nella ristrettezza di risorse».

L’assessore Profiti, rammaricandosi dei disagi di questi giorni, confida che «i cittadini di Sant’Onofrio continuino a collaborare ed a migliorare la raccolta differenziata dei rifiuti urbani, li esorta poi a vigilare contro gli abbandoni abusivi dei rifiuti per le strade del paese e delle contrade, segnalando i trasgressori che arrecano danno all’ambiente ed alle tasche dei santonofresi».

Articoli correlati

top