mercoledì,Novembre 30 2022

Vibo, quel piazzale sterrato al Poliambulatorio di Moderata Durant: «Speriamo passi anche da lì il Giro d’Italia»

Pozzanghere e fango d'inverno, polvere d'estate: «Nessuno si è mai preoccupato di dargli una sistemata, ma forse basterebbe farci arrivare la carovana rosa per vederlo tirato a lucido»

Vibo, quel piazzale sterrato al Poliambulatorio di Moderata Durant: «Speriamo passi anche da lì il Giro d’Italia»
Lo spiazzale davanti al Poliambulatorio - foto di repertorio

Riceviamo e pubblichiamo un intervento dell’avvocato Alessandro Caruso Frezza:

Mi sono sempre chiesto, da semplice e comune cittadino vibonese ed europeo, come mai, da decenni, nessuno della classe politica vibonese (comunale, provinciale, regionale e nazionale), cioè nessun dirigente degli uffici tecnici, nessun sindaco, nessun assessore o nessun consigliere, abbia mai avvertito la grande utilità pubblica e cittadina che avrebbe (concretamente) procurato, se si fosse fatto promotore ed artefice della sistemazione di quel piazzale sterrato, che, appunto da decenni, migliaia di cittadini, semplici e comuni, sono costretti a praticare.
Mi riferisco al piazzale sterrato che si trova nei pressi della struttura sanitaria di Moderata Durant. Lì centinaia di miei concittadini sono costretti a parcheggiare la propria autovettura, ogni qual volta si debbono recare presso quella struttura sanitaria, per necessità terapeutiche proprie o dei propri familiari. Sia le gomme delle nostre auto, sia i piedi di noi tutti, semplici e comuni cittadini (a volte macilenti ed anziani), hanno avuto a che fare con quel fondo sterrato, pieno di pietre appuntite, solcato da buche e da voragini. Voragini che, d’inverno, si trasformano in (invalicabili) pozzanghere di acqua sporca e fangosa e, d’estate, in pozze piene di polvere. [Continua in basso]

La risposta che mi sono sempre data si alterna fra una di queste:

1) gli esponenti della società politica non si ammalano mai, quindi non sanno di questo pezzo di “sottosviluppo da quarto mondo” che alberga in città;
2) gli esponenti della società politica si ammalano come tutti, ma, a differenza di tutti gli altri, non hanno bisogno di recarsi, per curarsi, nelle strutture pubbliche, quindi non hanno necessità di recarsi a Moderata Durant per le impegnative richieste;
3) gli esponenti della società politica si ammalano come tutti e come tutti hanno necessità delle impegnative o delle visite mediche per farsi curare nelle strutture pubbliche, ma, a differenza di tutti gli altri, riescono a procurarsele per altre vie (asfaltate), cioè, per quel che qui interessa, senza essere costretti a solcare quel piazzale sterrato, pieno di pietre appuntite e di buche e di voragini, cioè senza recarsi, personalmente, presso la struttura sanitaria di Moderata Durant.


Tuttavia, dopo avere visto tirate a lucido con asfalto, strisce bianche e nastrini colorati, in tempi da record sebbene in extremis, alcune delle strade cittadine (non sterrate, ma già asfaltate) per il passaggio del Giro ciclistico d’Italia, mi sono reso conto che ogni risposta che mi ero dato, in passato, era stata errata. Quel piazzale di Moderata Durant, praticato ogni giorno da centinaia di miei concittadini, semplici e comuni come me, è rimasto sterrato, perché da lì non è mai passato il Giro d’Italia! C’è da augurarsi, quindi, che vi passi almeno il Giro d’Italia in mountain-bike!

Articoli correlati

top