Ricognizione accessi stradali e cartellonistica, la Provincia di Vibo istituisce una task force

Avrà il compito di realizzare un database dei varchi privati, dei cartelli pubblicitari e degli impianti di carburante dislocati sui circa 900 chilometri di strade provinciali

Avrà il compito di realizzare un database dei varchi privati, dei cartelli pubblicitari e degli impianti di carburante dislocati sui circa 900 chilometri di strade provinciali

Informazione pubblicitaria
Il segretario Mario Ientile

Un team composto da funzionari e tecnici del settore “Concessioni e Trasporti” e “Affari Finanziari” della Provincia di Vibo Valentia, coordinato dal segretario generale dell’ente, Mario Ientile, ha definito le linee guida per la “Costituzione di un database degli accessi carrai, della cartellonistica pubblicitaria e degli impianti di carburante, dislocati sui circa 900 chilometri di strade di pertinenza provinciale”. Il gruppo di lavoro nasce per coniugare gli aspetti di natura tributaria con quelli attinenti al servizio “Concessioni e Trasporti – Canone per l’occupazione permanente di spazi pubblici ed Espropri”, di cui è responsabile l’ingegnere, Gaetano Del Vecchio, che nei mesi scorsi ha provveduto a effettuare una certosina ricostruzione e archiviazione delle pratiche inerenti gli accessi carrai, autorizzati negli anni passati sulle strade provinciali. 

L’obiettivo della Provincia di Vibo Valentia, guidata dal presidente Andrea Niglia, è dunque quello di definire in maniera rigorosa, avvalendosi di metodi scientifici, un archivio informatico in cui le informazioni sono organizzate in tabelle interrelate che consentono ricognizioni, ricerche e aggiornamenti incrociati. «Per il rilevamento di tutti gli accessi stradali presenti sul territorio – ha sottolineato l’ingegnere Del Vecchio – si ricorrerà a moderne tecniche di accertamento quali le indagini aerofotogrammetriche (foto aeree) alle quali farà seguito uno studio ortografico e una sovrapposizione delle planimetrie catastali». Nei giorni scorsi, in seguito al censimento dei primi 1000 accessi stradali (che si stima siano circa 6000), l’ufficio Tributi del settore Affari Finanziari dell’ente, guidato dalla dottoressa, Caterina Gambino, ha inviato ai cittadini interessati una lettera informativa relativa alle fasi di accertamento delle autorizzazioni e, quindi, di riscossione del canone. 

Nella sede della Provincia è stato, inoltre, istituito un apposito ufficio di “front office”, che riceverà il pubblico il martedì e il giovedì, dalle ore 9 alle 12.  Nei prossimi giorni sarà anche presente nella home page del sito della Provincia di Vibo Valentia (www.provincia.vibovalentia.it) una sezione con tutti i relativi documenti e ogni informazione utile ai cittadini