Lascia i domiciliari per rubare liquori al supermarket, un arresto nel Vibonese

I carabinieri della Radiomobile di Tropea hanno fermato il 35enne in ospedale dove era stato autorizzato a recarsi

I carabinieri della Radiomobile di Tropea hanno fermato il 35enne in ospedale dove era stato autorizzato a recarsi

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Lascia gli arresti domiciliari per recarsi al supermercato e rubare delle bottiglie di liquore. E’ successo a Santa Domenica di Ricadi dove Mario Favaro, 35 anni, di Cessaniti, invece di andare alla cassa a pagare, ha imboccato direttamente la via dell’uscita. Visto dal titolare, è stato dapprima inseguito e poi, una volta raggiunto, è iniziata una colluttazione al termine della quale, fuggendo a piedi, il 35enne ha invitato il titolare del supermercato a non chiamare nessuno poiché si trovava agli arresti domiciliari. Sul posto sono prontamente intervenuti i carabinieri del Norm – aliquota Radiomobile di Tropea – i quali, ritrovata l’auto nel parcheggio, hanno identificato il responsabile in Mario Favaro, già noto alle forze dell’ordine, che si era recato al Sert dell’ospedale di Tropea. Una volta raggiunto, il 35enne ha confermato di essere stato lui l’autore della sottrazione di liquori, affermando di essersi portato nel supermercato dopo aver svolto la terapia. Portato in caserma, al termine delle operazioni di rito, Favaro è stato dichiarato in arresto sia per la rapina impropria che per l’evasione, essendo lo stesso uscito dal percorso che era stato autorizzato solo per recarsi in ospedale.

Informazione pubblicitaria