giovedì,Settembre 23 2021

Covid, Monterosso piange la sua prima vittima

Nel gennaio scorso un focolaio interessò il centro dell’Angitolano - con oltre 70 contagi - senza causare decessi

Covid, Monterosso piange la sua prima vittima

Monterosso Calabro piange la sua prima vittima di Covid. Si tratta di Vincenzo Cricenti, 77 anni, colpito dal virus nella settimana dopo Pasqua e da circa 15 giorni ricoverato in ospedale a Catanzaro, dove è sopraggiunto il decesso.

A darne notizia è il sindaco del comune dell’Angitolano, Antonio Lampasi, che, in post pubblicato sulla pagina Facebook del Comune, esprime la sua «immensa tristezza».

«Un post che non avremmo mai voluto scrivere e che ci coglie impreparati – si legge nella comunicazione social -, perché convinti di aver superato indenni la pandemia che ha colpito anche il nostro paese. Mastro Vincenzo, il tuo sorriso rimarrà impresso nel cuore di tutti i tuoi concittadini che hanno apprezzato la tua discrezione e gentilezza. Il nostro abbraccio è per la tua famiglia. Riposa in pace e dai loro la forza per attraversare questo triste momento».

Un centro, quello di Monterosso, duramente colpito dal coronavirus che ha registrato il suo picco lo scorso gennaio quando, al focolaio della Rsa Villa delle rose, si aggiunse un altro cluster in paese per un totale di oltre 70 casi che indussero il primo cittadino a dichiarare la “zona rossa”. In quella circostanza il virus non causò nessun decesso e la morte di un 91enne ospite della casa di riposo – benché positivo al Covid – fu ufficialmente ascritta ad altre cause. Ora in paese si registrano tre casi attivi.

Articoli correlati

top