Trasportava cozze vive senza refrigerazione, sanzionato camionista nel Vibonese

Gli agenti della Polizia stradale lo hanno fermato nei pressi dello svincolo di Sant’Onofrio con un carico di mitili proveniente dal porto di Brindisi 

Gli agenti della Polizia stradale lo hanno fermato nei pressi dello svincolo di Sant’Onofrio con un carico di mitili proveniente dal porto di Brindisi 

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il sensibile aumento del traffico veicolare sulle principali direttrici viarie della provincia in questi giorni festivi, ha comportato un’intensificazione dei controlli delle pattuglie della Polizia stradale di Vibo Valentia. I servizi hanno riguardato oltre al traffico leggero, i mezzi pesanti di trasporto persone e merci. I controlli degli autobus, destinati in questo periodo principalmente alle gite scolastiche, ha portato alla verifica di circa venti veicoli e la redazione di alcune infrazioni inerenti la mancanza dell’idoneo equipaggiamento.

Informazione pubblicitaria

Particolare attenzione è stata posta al trasporto di alimenti deperibili, autorizzati a viaggiare anche nei giorni festivi. In uno di questi controlli, effettuato presso lo svincolo autostradale di Sant’Onofrio, è stato fermato un autoarticolato bulgaro guidato da un cittadino greco di 47 anni con un carico di mitili, nello specifico cozze vive, proveniente dal porto di Brindisi e diretto a Siracusa. Il carico, costituito da oltre 20 tonnellate di merce, appariva in regola con la documentazione di trasporto ma non per le condizioni di viaggio; infatti, l’alta temperatura del convoglio, causata probabilmente dal prolungato spegnimento dell’impianto di refrigerazione per risparmiare sul consumo di gasolio, aveva già comportato la morte dei mitili delle prime pedane.   

La criticità veniva confermata da personale veterinario dell’Asp di Vibo Valentia, che tempestivamente sequestrava il carico con l’apposizione dei sigilli per il successivo smaltimento nel luogo di destinazione. Il conducente veniva sanzionato dagli agenti Polstrada con un verbale di oltre 1000 euro ed immediato pagamento sul posto