In missione nel mar Egeo, la motovedetta Cp 265 insignita dalle autorità greche

Evidenziate “la professionalità e l’esemplare impegno a salvaguardia della vita in mare” dimostrati dall’equipaggio del comandante Paolo Fedele, attualmente impegnato nell’operazione Poseidon

Evidenziate “la professionalità e l’esemplare impegno a salvaguardia della vita in mare” dimostrati dall’equipaggio del comandante Paolo Fedele, attualmente impegnato nell’operazione Poseidon

Informazione pubblicitaria
La consegna del riconoscimento
Informazione pubblicitaria

L’equipaggio della motovedetta CP 265, in forza alla Capitaneria di porto di Vibo Valentia Marina e attualmente impiegata in un missione di ricognizione e soccorso nel mar Egeo, ha ricevuto questa mattina un riconoscimento da parte dell’International Propeller Club Port of Piraeus per la professionalità e l’esemplare impegno a salvaguardia della vita umana in mare, in collaborazione con la Guardia Costiera ellenica, nell’ambito dell’operazione “J.O. Poseidon 2018” dell’agenzia europea Frontex. La motovedetta CP 265, comandata dal Primo maresciallo Paolo Fedele, è stata dislocata dal Comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto a Mitilene dal 1 marzo 2018 al 30 aprile 2018, al fine di partecipare al dispositivo Frontex di pattugliamento delle frontiere nel mar Egeo, in particolare nel tratto di mare compreso tra la Grecia e la Turchia. La motovedetta nel corso dei due mesi di attività ha prestato soccorso a circa 400 migranti, effettuando 38 missioni e percorrendo circa 7000 miglia. In tale operazione sono state 7 le persone sottoposte a fermo nel corso di attività investigative di polizia giudiziaria. 

Informazione pubblicitaria

L’odierna cerimonia, cui ha partecipato il Direttore marittimo della Calabria e Basilicata tirrenica, Contrammiraglio Giancarlo Russo in rappresentanza del Comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto, ha visto la presenza dei vertici della Guardia costiera ellenica, del ministro della Marina mercantile greca Panagiotis Kouroumblis, dell’ambasciatore italiano in Grecia Efisio Luigi Marras e del Console onorario al Pireo Mauro Renaldi. Prima dell’evento, il ministro Kouroumblis, ha incontrato nel proprio ufficio il Contrammiraglio Russo unitamente all’ambasciatore italiano in Grecia Marras, al Comandante della Guardia costiera ellenica vice admiral Stamatios Raptis e all’addetto per la difesa presso l’Ambasciata italiana colonnello Enrico Frasson. Nell’occasione il Ministro ha espresso parole di gratitudine per l’operato della Guardia Costiera italiana ribadendo gli eccellenti rapporti di collaborazione tra Guardia Costiera italiana ed ellenica. Nel corso della solenne cerimonia svoltasi sulla banchina antistante il ministero della Marina mercantile, il presidente dell’International Propeller Club Port of Piraeus George C. Xiradakis ha consegnato il riconoscimento al Comandante della CP 265 Fedele ed a tutti i membri dell’equipaggio.

LEGGI ANCHE:

Soccorso migranti, la motovedetta Cp 265 di Vibo Marina in missione nel mar Egeo

Zungri, il Premio mariano all’equipaggio della motovedetta Cp 265

Migranti, il Consiglio regionale premia l’equipaggio della Cp 265 di Vibo Marina

Migliaia di migranti salvati in mare, il Comune di Vibo premia l’equipaggio della motovedetta CP265 (VIDEO)

Migranti, la motovedetta Cp 265 rientra a Vibo Marina dopo 2 mesi a Lampedusa

Trentasei migranti salvati dalla motovedetta Cp 265 nel Canale di Sicilia (FOTO/VIDEO)

Migranti, in 450 soccorsi al largo di Tripoli dalla motovedetta partita da Vibo Marina (FOTO)