giovedì,Giugno 17 2021

Rinascita Scott, udienza bloccata per sospetto caso Covid

Una delle guardie giurate risultata positiva al tampone rapido ed è in attesa di quello molecolare

Rinascita Scott, udienza bloccata per sospetto caso Covid
Nel riquadro Andrea Mantella in una vecchia foto

Maxiprocesso Rinascita Scott alla ‘ndrangheta vibonese iniziato ma sospeso per un sospetto caso Covid fra il personale delle guardie giurate addette ai controlli all’ingresso. Dopo aver avvertito un leggero malore, una delle guardie giurate – che nei giorni scorsi si era vaccinata – è stata sottoposta a tampone rapido, risultando positivo. Da qui il trasferimento fuori dall’aula bunker di Lamezia Terme per effettuare il tampone molecolare. L’udienza è pertanto al momento sospesa in attesa che il Tribunale collegiale di Vibo Valentia, sulla scorta delle comunicazione che saranno fornite dall’Asp, venga messo in condizioni di stabilire se continuare o meno l’attività istruttoria che prevede oggi l’esame del collaboratore di giustizia, Andrea Mantella (fra i principali testi dell’accusa) e la sottoposizione allo stesso – da parte del pm Antonio De Bernardo – del riconoscimento fotografico degli imputati.

AGGIORNAMENTO: L’udienza riprende alle ore 14.58. Tutti i tamponi eseguiti sul personale venuti a contatto con la guardia giurata positiva sono risultati negativi.

LEGGI ANCHE: Rinascita Scott, l’intervista all’avvocato Staiano: «Pittelli è innocente» – Video

Rinascita Scott, Mantella e le bombe dei Bonavota a Pizzo, Maierato e Sant’Onofrio

Rinascita Scott, Mantella ed il piano per uccidere Pantaleone Mancuso

Articoli correlati

top