Frequentazione con pregiudicati, assolto a Vibo Rosario Fiorillo

La contestazione per un episodio risalente al 2011. Il 29enne si trova attualmente in carcere in quanto condannato all’ergastolo per l’omicidio di Fortunato Patania

La contestazione per un episodio risalente al 2011. Il 29enne si trova attualmente in carcere in quanto condannato all’ergastolo per l’omicidio di Fortunato Patania

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Nessuna violazione delle misure di prevenzione così come contestata. Il Tribunale di Vibo Valentia ha assolto Rosario Fiorillo, 29 anni, alias “Pulcino”, di Piscopio, dall’accusa di aver frequentato dei pregiudicati. La contestazione risaliva al 2011. In accoglimento dei rilievi difensivi dell’avvocato Domenico Anania, il Tribunale ha fatto proprio l’orientamento della Cassazione relativamente all’inosservanza delle generiche prescrizioni di rispettare le leggi che non integra la violazione punita dalla legge. Per quanto attiene invece il divieto di frequentare o associarsi a determinate persone, è necessaria l’abitualità dei comportamenti. Rosario Fiorillo si trova attualmente detenuto in quanto condannato in primo grado all’ergastolo per l’omicidio del boss di Stefanaconi, Fortunato Patania, ucciso nel settembre del 2011 nella sua stazione di carburanti nella Vallata del Mesima. Rosario Fiorillo è inoltre indagato nell’ambito dell’operazione antimafia “Outset” per l’omicidio di Giuseppe Pugliese Carchedi ed il ferimento di Francesco Macrì, commessi il 17 agosto 2006 lungo la strada che collega Pizzo a Vibo Marina

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHE: ‘Ndrangheta: omicidi a Vibo, inchiesta chiusa per otto indagati

‘Ndrangheta: omicidio nel 2011 del boss Fortunato Patania, tre ergastoli (VIDEO)

‘Ndrangheta: omicidio Pugliese Carchedi, annullata l’ordinanza per Michele Fiorillo