Perquisizioni nelle Preserre: sotto sequestro armi da taglio, munizioni e refurtiva per oltre 50mila euro

Vasta attività dei carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno. Denunciate 5 persone e rinvenuto vario materiale di dubbia provenienza compresa un’auto già smontata e una macchina da caffè professionale

Vasta attività dei carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno. Denunciate 5 persone e rinvenuto vario materiale di dubbia provenienza compresa un’auto già smontata e una macchina da caffè professionale

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

I carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno, agli ordini del tenente Marco Di Caprio, hanno effettuato una serie di controlli sia alla circolazione stradale sia per contrastare il fenomeno dei furti e dei reati contro il patrimonio in generale. In particolare, i controlli coordinati che hanno visto impegnati tutti i reparti della Compagnia, sono stati strutturati in due momenti: nella mattinata di ieri sono state effettuate una serie di perquisizioni domiciliari, coordinate dai militari della Stazione di Soriano Calabro, mentre nel pomeriggio, sono stati predisposti una serie di posti di blocco coordinati dai militari dell’Aliquota Radiomobile. I controlli nella mattinata hanno dato esito positivo in due perquisizioni nel corso delle quali sono state deferite 3 persone, tutte originarie di Soriano, di età compresa tra i 32 e i 45 anni. Nel primo caso, sono state rinvenuti una serie di oggetti di dubbia provenienza come motoseghe, compressori e addirittura un’autovettura, già smontata. Sempre nello stesso locale sono stati rinvenuti una trentina di “basi per confezionamento artifizi pirotecnici”, anche queste provento di un furto denunciato alcune settimane prima. Ancora, sempre nello stesso locale, sono state rinvenute 2 cartucciere piene per un totale di 70 munizioni, alcune calibro 12 e altre calibro 16. 

Informazione pubblicitaria

Nel secondo caso, invece, sono state rinvenute una cisterna, alcuni treni di pneumatici nuovi e una macchina del caffè professionale “da bar”, tutto materiale di dubbia provenienza, sequestrato a disposizione dell’autorità giudiziaria per i successivi accertamenti. La refurtiva sequestrata ha un valore complessivo di circa 50.000 euro. Nel pomeriggio invece sono state deferite due persone, originari di Sorianello e di Vibo Valentia rispettivamente di 40 e di 24 anni, poiché, all’esito delle perquisizioni veicolari sono stati trovati in possesso di armi da punta e taglio. Inoltre sono stati controllati 85 veicoli e 25 di questi sono stati perquisiti, solo nei predetti due casi la perquisizione ha dato esito positivo per armi. In un caso, invece, è stata rinvenuta una dose di hashish e l’utilizzatore è stato segnalato per uso personale di sostanza stupefacente. Inoltre, sono state elevate contravvenzioni al codice della strada per un importo complessivo di 3700 euro.

LEGGI ANCHE: Multano automobilista e scoprono una piantagione di marijuana a Nicotera